Cultura e scienze

Renata Polverini: lingerie a carico del sindacato?

Fabrizio D’Esposito sul Fatto racconta oggi dell’indagine sulle spese di Renata Polverini in gita a New York con il suo sindacato, l’UGL. L’elenco (qui non completo) delle spese dell’ex governatore del Lazio è inquietante:

Il divertimento comincia il 6 luglio, con 127,25 euro consumati in bellezza, in una Spa per vip, la Belles. Poi,lo stesso giorno, altri 283,12 euro se ne vanno in uno store dal marchio notissimo per quanto riguarda l’abbigliamento americano: Abercrombie & Fitch. Il 7 luglio, lo shopping è spalmato tra orologi,mutande e altri vestiti: 293,78euro da Banana Repubblic (abbigliamento); 115,90 euro da Fossil (orologi); 35,38 euro in un altro store, Maci’s; infine 153,36 euro Victoria ’s Secret per lingerie. Al terzo giorno, le spese sono ancora più impegnative: 470,85 euro in vestiti da Anna Fontaine e 306,68 euro da Ralph Lauren. Il 9 luglio, ultima data monitorata, è sempre Ralph Lauren a primeggiare:179,93 euro in un negozio e 179,73 euro in un altro. Oltre 2.100 euro di spese in quattro giorni.

L’infografica del Fatto:

polverini lingerie
L’infografica sulle spese pazze della Polverini (Il Fatto, 24 ottobre 2014)