Cultura e scienze

Moviola in campo: come funziona negli altri sport

La soluzione all’annoso problema dell’arbitro cornuto è ancora in alto mare. Anche se Aldo Biscardi si è detto pronto ad esultare per aver «vinto una crociata durata 25 anni», la moviola in campo nel calcio è ancora lontana dall’arrivare. Sepp Blatter, il più grande culo-di-piombo del pallone, si è detto pronto all’introduzione dopo i mondiali di Brasile 2014 e i casi imbarazzanti che ha generato (non ultimo il morso di Chiellini a Suarez). Ma anche se a maggio dovesse eletto per il quinto mandato di fila alla FIFA, e si spera che invece il calcio mondiale si rinnovi, a differenza di quello italiano, le ipotesi di introduzione della moviola in campo sono fumose. Scrive Libero:

Allo studio ci sarebbero alcune idee che lo stesso Blatter ha in mente. Un primo passo è stato già compiuto ai Mondiali brasiliani, quando è stata introdotta con successo la tecnologia del gol-non gol. Ora si intende estendere l’ausilio delle telecamere anche agli altri episodi controversi: fuorigioco, calci di rigore,espulsioni.Due chiamate a testa per ogni squadra, ma senza la possibilità di interrompere l’azione: l’intervento della moviola arriva non appena il gioco è fermo.La palla passa ora all’International Board,l’organo incaricato di esaminare le modifiche al regolamento. Nel 2010, il Board bocciò alcune proposte,tra cui il pallone dotato di microchip per i gol fantasma. Decisivi furono i voti negativi espressi dai quattro membri nominati dalla Fifa,mentre gli unici pareri a favore arrivarono dai delegati di Inghilterra e Scozia. Ora che Blatter ha cambiato versante, la bilancia delle preferenze sembrerebbe spostarsi a favore della tecnologia.

Nella foto di copertina: il leggendario goal-non goal di Turone

Come funziona la moviola in campo negli altri sport