Cultura e scienze

Di che morte dobbiamo morire

«In questa vita le uniche cose sicure sono le tasse e la morte», era solito dire Benjamin Franklin. E in effetti, che moriremo è cosa certa. Ma di che morte dobbiamo morire? Vox spiega con 27 grafici come sono cambiate le cause di morte negli ultimi cento anni e quali sono oggi le cause più probabili di decesso. Non tanto per fare i menagrami, ma per spiegare come grazie all’evoluzione della scienza tante malattie comuni sono quasi scomparse, la qualità della vita è migliorata in molte zone del mondo, e le infezioni da malattie sono in caduta. Grazie agli antibiotici, ai vaccini e al miglioramento delle condizioni di vita oggi in media si vive molto di più in quasi tutto il pianeta. Ma questo progresso, spiega Vox, non è distribuito uniformemente in tutto il globo e in più una serie di comportamenti mette comunque a rischio la durata della vita. Ecco le 27 mappe che spiegano come si muore.

1) L’aumento della speranza di vita

di che morte dobbiamo morire 1
I bambini nati all’inizio del ventesimo secolo avevano un’aspettativa di vita della metà rispetto alla nostra, dice il National Institute of Aging. Il grafico che vedete qui sopra, che si riferisce all’aspettativa di vita nei paesi sviluppati, mostra l’incremento del fattore tra ventesimo e ventunesimo secolo, per le femmine. Una donna nata nel 1940 non aveva molte speranze di passare i 50 anni; nel 2009 la sua aspettativa di vita è arrivata a 80 anni.

2) Molte malattie sono state debellate grazie ai vaccini

di che morte dobbiamo morire 2
Prima dell’inaugurazione di molti programmi di vaccinazioni di massa, non era raro che alcune persone morissero per malattie che oggi sono quasi scomparse in molte parti del mondo. Come ad esempio il morbillo: prima del 1963, anno dell’introduzione del vaccino, c’erano quattro milioni di casi di morbillo all’anno, 40mila ricoveri e 500 morti. Oggi la mortalità è ridotta quasi a zero.

3) La scoperta degli antibiotici

di che morte dobbiamo morire 3
Con la scoperta degli antibiotici il contenimento dei batteri, molte delle malattie che prima potevano uccidere le persone sono improvvisamente diventater curabili. Anche le cure ambulatoriali sono diventate più sicure grazie al fatto che gli antibiotici sono diventati una misura di prevenzione delle malattie negli ospedali. Il tasso di mortalità di parto è sceso, e i tagli cesarei sono diventati più sicuri. Il tasso di mortalità durante i parti è precipitato intorno al 1930, grazie agli antibiotici.

4) Il miglioramento dell’igiene

di che morte dobbiamo morire 4
La disponibilità di acqua pulita ha avuto un grande impatto sulla salute pubblica. Grazie all’introduzione di sistemi fognari e di cloro nella rete idrica, verso la fine del 20° secolo, la gente ha smesso di essere esposto ai germi dell’acqua potabili. Questo ha ridotto le infezioni infantili e le intossicazioni alimentari, oltre ad aver quasi debellato il tifo, una malattia batterica che si trasmette mangiando alimenti contaminati o bevendo acqua sporca. Tra 1920 e 1960 l’incidenza della febbre da tifo nella morte è crollata.

 5) Le malattie infettive non uccidono quasi più

di che morte dobbiamo morire 5
La peste nera del 14esimo secolo ha ridotto il 70% della popolazione in Europa. Dalla sconfitta di quella malattia la popolazione mondiale è aumentata in maniera esponenziale. I progressi nel controllo delle infezioni hanno contribuito a ridurre al minimo l’impatto di queste piaghe.

6) Dalle malattie infettive a quelle croniche

di che morte dobbiamo morire 6

Il New England Journal of Medicine ha realizzato questo grafico che spiega come sono cambiate le cause di morte in America in un secolo. Come si vede, influenza, tubercolosi e infezioni intestinali sono praticamente scomparsi, mentre oggi la maggior causa di morte sono le malattie cardiache e il cancro.

7) La disuguaglianza nelle speranze di vita

di che morte dobbiamo morire 7
La speranza di vita non è aumentata in modo uniforme nell’ultimo secolo. In media, uomini e donne in buona salute possono vivere fino a 62 anni. Ma è la media del pollo: c’è un grande divario nelle aspettative di vita tra continente e continente: in Africa è di 40 anni, in Europa e nelle Americhe oltre 80 anni.

8) Le maggiori cause di morte

di che morte dobbiamo morire 8

C’è anche grande differenza tra cause di morte tra continente e continente. Mentre in America la causa di morte più alta sono le malattie cardiache e il cancro, nel resto del mondo a causare maggiormente la morte sono le malattie infettive come la malaria e l’AIDS.

9) La mortalità infantile è scesa in tutto il mondo

di che morte dobbiamo morire 94
Tra 1990 e 2013 la mortalità infantile nel mondo si è quasi dimezzata, secondo un rapporto dell’Unicef. Questo grafico mostra il calo cumulato in ogni paese.

10) La morte per malattie cardiache

di che morte dobbiamo morire 10
La metà dei decessi nel 2009 negli Stati Uniti è dovuta a malattie cardiache. I problemi alle coronarie sono il tipo più comune di morte. Negli Stati Uniti ogni 34 secondi una persona ha un attacco di cuore. Le persone che sono più a rischio di malattia cardiaca sono coloro che hanno la pressione alta, il colesterolo alto e i fumatori. Il diabete, l’obesità, il consumo eccessivo di alcool e la mancanza di attività fisica aumentano la possibilità di ammalarsi di cuore.

11) Il cancro è una delle principali cause di morte

di che morte dobbiamo morire 11
Il cancro è la seconda causa di morte negli Stati Uniti. Ma non tutti i tumori sono uguali, e non ogni cancro è una condanna a morte. La parola racchiude un centinaio di malattie diverse, che possono essere causati dalla genetica o da fattori dello stile di vita.

12) Il fumo uccide

di che morte dobbiamo morire 12
Più di ogni altra cosa, il consumo di tabacco è una delle principali cause di morte nel paese e in tutto il mondo. Circa un quinto degli americani fuma. L’uso del tabacco contribuisce a quattro delle cinque principali cause di morte in USA.

13) Il fumo si diffonde sempre più all’estero

di che morte dobbiamo morire 13
L’incremento del consumo di tabacco è più netto nei paesi in via di sviluppo. La metà del totale dei fumatori mondiali vive nel sud est asiatico, in Asia orientale o in Oceania.

14) L’obesità è un problema mondiale

di che morte dobbiamo morire 14

L’obesità diminuisce ogni altro aspetto della salute secondo la Harvard School of Public Healt, dalle funzioni riproduttive a quelle respiratorie, dalla memoria all’umore. Essere obesi aumenta il rischio di morte per altre malattie, come il diabete, l’ictus, l’asma. Un ventenne obeso vive sei anni in meno di un non obeso, in media.

15) Cosa uccide di più oggi

di che morte dobbiamo morire 15
 
La guerra è una delle minori cause di morte complessive nel mondo. I problemi cardiaci e circolatori, il cancro, i problemi respiratori e i quelli digestivi incidono molto di più nelle cause di morte nel mondo rispetto alle armi.

16) La curva della vita 

di che morte dobbiamo morire 16
La morte è cambiata. Da un evento improvviso è diventata erstremamente graduale: la medicina oggi ha allungato la vita delle persone in un modo talmente ampio che oggi la curva della vita è diventata una lenta dissolvenza.

17) Dove e come vuoi morire

di che morte dobbiamo morire 17
I sondaggi dicono che la stragrande maggioranza degli americani preferirebbe morire in casa piuttosto che in ospedale, e preferiscono non avere farmici che allunghino la vita: preferiscono avere i palliativi, anche se questo significa accorciare la vita.

18) … e dove invece si muore

di che morte dobbiamo morire 18
Ma il numero di americani che muoioni in un ospizio o in un ospedale è in aumento mentre l’assistenza in casa precipita.

19) Quanto spendiamo in cure sul fine vita

di che morte dobbiamo morire 19
La spesa sanitaria si concentra maggiormente, com’è ovvio, sulle persone anziane. Chi è anziano e maggiormente soggetto a malattie finisce in ospedali od ospizi, e utilizzano fatalmente più prodotti o servizi medici.

20) Chi usa più farmaci

di che morte dobbiamo morire 20
La stragrande maggioranza delle persone che utilizzano prodotti farmaceutici sono gli anziani, e più le persone vivonoo, più farmaci usano.

21) Il dibattito sul diritto a morire

di che morte dobbiamo morire 21

E il fine vita? Pochi paesi nel mondo hanno legalizzato il suicidio assistito: tra questi, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Svizzera, Canada. Negli Stati uniti cinque stati hanno leggi per i malati terminali.

22) Come si vive più a lungo? Ad esempio, dormendo di più

di che morte dobbiamo morire 22

La maggior parte di noi non dorme abbastanza, e questo ha effetti negativi sulla qualità della nostra vita. Se dormiamo meno di sette ore a notte incontriamo maggiori difficoltà a concentrarci, a ricordare, a lavorare. Coloro che dormono da 7 a 9 ore a notte sono più efficienti. La privazione del sonno è collegata all’aumento di peso e alla morte precoce.

23) Mangiare meglio

di che morte dobbiamo morire 23

Per vivere di più bisogna mangiare meglio: la maggior parte degli americani mangia troppa carne e troppi cereali e non mangia abbastanza frutta e verdura. Gli americani ingurgitano anche troppo zucchero, circa 23 cucchiaini al giorno, il doppio di quello che è raccomandato.

24) Muoversi, muoversi, muoversi!

di che morte dobbiamo morire 24

La vita sedentaria è un altro nemico della longevità. Vivere seduti fa male alle ossa e alla circolazione, e, come mostra questo grafico, più una persona sta seduta, più basse sono le sue possibilità di sopravvivenza.

25) Smettere di fumare

di che morte dobbiamo morire 25

L’ ultima ricerca sul fumo suggerisce che l’abitudine è anche peggiore per la salute di quanto si pensasse. Oltre a contribuire al cancro al polmone, alle malattie polmonari, e agli attacchi di cuore e ictus, il fumo sembra anche aumentare i rischi di infezione, malattie renali, malattie intestinali, e di malattie cardiache e polmonari. Smettere di fumare aggiunge anni alla propria aspettativa di vita.

26) L’ambiente

di che morte dobbiamo morire 26

L’emissione di gas serra continua ad aumentare, e il cambiamento climatico mette in pericolo la salute umana, causando decine di migliaia di morti ogni anno, non soltanto a causa degli eventi meteorologici estremi, ma anche per il degrado delle risorse idriche e l’impatto sull’agricoltura.

27) Ignorate questi consigli a vostro rischio e pericolo

di che morte dobbiamo morire 27

In ultimo, mentre l’obesità e il diabete diventano sempre maggiori cause di morte e l’ambiente è sempre più inquinato, i ricercatori dicono che l’aspettativa di vita potrebbe tornare ad abbassarsi. Dopo la crescita esponenziale dei secoli precedenti, nei prossimi 40 anni potrebbe addirittura diminuire. «Il rischio è che oggi si possa tornare a vivere meno dei nostri genitori», scrivono i ricercatori del New England Journal of Medicine . Questo significa, semplicemente, che la nostra potrebbe essere la prima generazione che vive un minor numero di anni in media rispetto ai nostri genitori.