Cultura e scienze

Matteo Salvini è una «speranza»

Libero endorsa ufficialmente Matteo Salvini, incoronato come la speranza della destra nell’edizione odierna del quotidiano diretto da Maurizio Belpietro:


Sostiene Belpietro:

E se fosse lui il nuovo leader di una coalizione rimasta senza leader?, chiedevamo a giugno.A causa delle note vicende giudiziarie, il naturale capo del centrodestra era stato messo fuori gioco e presumibilmente lo sarebbe stato a lungo: chi dunque al suo posto? Dentro Forza Italia nessuno sembrava dotato di un carisma tale da aspirare al ruolo di numero uno ed escludendo quelli dell’Ncd per la rivalità con gli ex alleati, in campo ovviamente restava poco e tra quel poco brillava Salvini. Ilquale, lungi dal farsi scoraggiare dalle pessimeprospettive del dopo Bossi, aveva presotra le mani un partito in agonia e lo aveva rimessoin piedi, stringendo accordi conMarineLe Pen in Francia e spingendosi più a SuddelPo,nell’intenzionedimettere radicianchenel Mezzogiorno. Un pazzo? Forse. Uno chefantastica di tenere insieme Marine Le Pen eCiròMarina, portando la Lega là dove non hamai attecchito, certo proprio del tutto normalenon è.E però ilneo segretario in pochimesiha dimostrato di aver visto giusto e di sapercifare.