Politica

La meravigliosa lite tra Barbara Lezzi e Michele Emiliano sul TAP

Durante una conferenza stampa convocata al termine di un incontro sul progetto del nodo ferroviario di Brindisi è andata in scena una spettacolare litigata tra Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, e Barbara Lezzi, ministra per il Sud del governo Lega-M5S. La materia del contendere è il TAP, il gasdotto che deve passare per Meledugno sul quale ieri il governatore ha fatto appello ad Alessandro Di Battista per trovare una comune linea d’azione.

La meravigliosa lite tra Barbara Lezzi e Michele Emiliano sul TAP

Il giornalista RAI Giorgio Demetrio ha caricato su Twitter una parte dello scontro. Alla prima domanda rivolta alla ministra dai giornalisti relativa al caso della Tap, il gasdotto che sta sorgendo a Melendugno nel Salento Barbara Lezzi ha detto “è stata una bella sceneggiata quella del presidente Emiliano (che ha chiesto un incontro ad Alessandro Di Battista per discutere del possibile cambio di approdo per l’opera, ndr) nel parlare con Di Battista che non solo è a migliaia di chilometri da qui ma non fa neanche parte del governo. Ho letto che Emiliano ha detto che non c’è nulla da fare per Tap ma io questo non l’ho mai detto – ha proseguito Lezzi di fronte allo stesso Emiliano – noi stiamo lavorando per bloccare l’opera, non siamo per il meno peggio. Abbiamo sempre sostenuto che Tap non è un’opera strategica per il nostro Paese. Molte questioni ambientali sono collegate anche alla cabina di depressurizzazione e noi abbiamo detto no anche ad altri approdi”.

“Siamo al governo da solo un mese e mezzo e quest’opera è vincolata da un trattato internazionale e per favore non giochiamo con la semantica – ha detto ancora il ministro Lezzi – perché un accordo intergovernativo ratificato a maggioranza in Parlamento, e’ una questione complessa da affrontare. non e’ una barzelletta, ne’ una chiacchiera, ne’ un post su Facebook”.  Il presidente ha replicato dandole della “maleducata”, dicendole di aver “portato offesa alla Regione Puglia” e chiedendole di scusarsi. In questo video di Repubblica si vede un altro spezzone della lite:

Sul TAP il governo ha già dato l’ok

La Lezzi sorvola sul fatto che durante una visita ufficiale in Arzerbaijan il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il ministro degli Esteri Enzo Moavero Milanesi hanno confermato a chiare lettere l’impegno dell’Italia sul TAP, mentre sembra essere piuttosto arrabbiata per la contestazione ricevuta dai No TAP la scorsa settimana:

La ministra Lezzi nei giorni successivi all’insediamento aveva dichiarato di voler bloccare l’opera e promesso che avrebbe chiesto la convocazione di un Comitato di Conciliazione con la Lega che non era d’accordo sul blocco. Successivamente aveva dichiarato che non era possibile intervenire nell’iter perché era stato tutto già autorizzato negli anni precedenti.

Leggi sull’argomento: Quando Di Battista prometteva di bloccare il TAP in due settimane