Cultura e scienze

L'errore da matita blu nella slide di Renzi

matteo renzi maurizio landini

Matteo Renzi e Stefania Giannini per un giorno nelle vesti del “Prof”. Il presidente del Consiglio scherza sui “curriculum”, e segna un errore da matita blu. In una delle slide che illustrano il provvedimento sulla scuola che il Consiglio dei ministri licenzierà il prossimo 10 marzo «c’è un errore da matita blu, c’è scritto i curriculum invece di i curricula, ce ne scusiamo», dice il presidente del Consiglio prevenendo così eventuali nuove polemiche dopo quelle innescate da un errore sull’invito recapitato agli insegnanti in occasione dell’iniziativa “La Scuola Buona”. Ma non è finita, un cronista fa notare al ministro dell’Istruzione,Stefania Giannini, che nelle bozze del disegno di legge in circolazione c’è un altro errore, ovvero la dicitura “un’anno”. LaGiannini risponde con una battuta: «Non ho letto la bozza, siamo anche scivolati sul neutro plurale, troverò il colpevole…». Ma soprattutto: spiega la Treccani che l’errore, se c’è, non è tanto da matita blu:
matteo renzi curriculum curricula
A settembre la slide diffusa sul sito lanciato proprio dal premier per spiegare in 12 punti la riforma (o patto educativo, che dir si voglia) conteneva infatti una serie di strafalcioni grammaticali, di quelli da matita blu. In più occasioni, il testo andava a capo con errori grossolani nella sillabazione. Si leggeva infatti al punto 2 de ‘La buona scuola’:” come previsto dalla Costituzi-one”. E. al punto 3, “piano di assunzi-oni”. Ancora: “Coinvolgimento di presidi, docenti, amminis-trativi”, al punto 7. Al punto 10 ben due svarioni: “competenze dig-itali” e “nella sec-ondaria”. Infine, dulcis in fundo, al punto 12, si legge che bisogna stabilizzare il Mof per “renderne traspar-ente” l’utilizzo.
scuola riforma errori