Politica

Lello Ciampolillo e Flora Frate: i due prossimi espulsi M5S?

Ciampolillo è uno dei senatori che non ha votato la fiducia a Giuseppe Conte e quindi nei suoi confronti c’erano già molti motivi di sanzione. Il senatore ha accusato anche la ministra Bellanova di essere al soldo delle lobby dell’olio d’oliva e ha adombrato in molti casi complotti sulla xylella. Flora Frate invece è in polemica da molto tempo sulle restituzioni

flora frate lello ciampolillo

Ieri il MoVimento 5 Stelle ha fatto sapere che i probiviri hanno comminato due espulsioni per le mancate rendicontazioni dei parlamentari, ma senza fare nomi. E mentre sempre ieri 150 attivisti e alcuni eletti hanno chiesto sanzioni per Nicola Morra, che ha dichiarato di non aver votato M5S alle elezioni regionali in Calabria, Giovanna Vitale su Repubblica fa sapere che i due sarebbero Lello Ciampolillo e Flora Frate, che alla fine non si sono messi in regola con le restituzioni. Questo, a rigor di logica, dovrebbe voler dire che invece Mario Michele Giarrusso, che aveva dichiarato di non poter restituire i soldi per le spese legali che deve sostenere a causa delle querele che prende per la sua attività politica, abbia alla fine cambiato idea.

ciampolillo xylella bellanova - 4

Ciampolillo è uno dei senatori che non ha votato la fiducia a Giuseppe Conte e quindi nei suoi confronti c’erano già molti motivi di sanzione. Il senatore ha accusato anche la ministra Bellanova di essere al soldo delle lobby dell’olio d’oliva e ha adombrato in molti casi complotti sulla xylella. Flora Frate invece è in polemica da molto tempo sulle restituzioni perché non ha mai gradito le regole e in particolare la questione dei soldi a Rousseau.

Leggi anche: Diego Fusaro e il complotto del coronavirus mandato dagli USA