Attualità

La storia della misteriosa creatura trovata in Russia

Guardate, su in cielo! E’ un uccello! E’ un aereo! No, è Superman! Oppure è un alieno venuto per conquistare la Terra? Qualsiasi cosa sia la “creatura” rinvenuta sulle sponde del fiume Kovahsi vicino alla cittadina Sosnovy Bor nella Russia occidentale ha già scatenato la fantasia di ufologi e persone alla ricerca di un contatto con le entità aliene.

IL PICCOLO KESHA VENUTO DALLO SPAZIO
Ma gli abitanti del piccolo paese poco distante da Leningrado/San Pietroburgo sono più preoccupati dal fatto che la creatura possa essere in qualche modo il prodotto dell’attività della vicina centrale nucleare e delle scorie che in numerose occasione sono fuoriuscite finendo nel fiume. La donna che ha trovato la creatura ha deciso di darle un nome “Kesha” che nella lingua locale significa probabilmente “essere dotato del potere di confondere le persone” o qualcosa del genere.

La misteriosa creatura trovata in Russia
La misteriosa creatura trovata in Russia

La piccola carcassa sembra a non appartenere a nessuna specie vivente conosciuta, anche se c’è chi si affretta a dire che è semplicemente ciò che rimane del cadavere rinsecchito di un uccello, di un piccolo roditore o di un pipistrello. Ma naturalmente è molto più divertente sognare di misteriosi abitanti della Terra Cava emersi dalle profondità del sottosuolo, o di piccoli alieni precipitati sul nostro Pianeta. Altrove, in un Interwebs non troppo distante dal nostro qualcuno ha già formulato un’ipotesi:
Ovvio
Ovvio

Abbiamo sottoposto le immagini all’analisi dei valenti tecnici dei laboartuar di Nextquotidiano ed il risultato è stato sorprendente. I nostri bravi scienziati hanno infatti scoperto che la “creatura” altro non è che un alieno mordicchiano proveniente dal pianeta Vergon 6 ma originaria del pianeta Eternium. Ecco le prove della sconcertante somiglianza.
Mordicchio_futurama
Naturalmente i tessuti molli sono andati distrutti durante il processo di decomposizione, ma è impossibile non notare come le due creature si assomiglino. Salute a te o grande Kesha, viaggiatore siderale.