Cultura e scienze

La foto della donna nuda in Stazione a Milano

Il Giornale pubblica oggi la foto di una donna nuda che dorme fuori dalla stazione di Milano. Questa foto è stata scattata venerdì pomeriggio, in via Tonale, alla Stazione Centrale.

Una donna nuda dorme per terra, sdraiata su qualche foglio di giornale accartocciato. La foto riporta con la memoria al novembre 2013 quando la stessa persona era stata immortalata nello stesso identico punto e nelle stesse identiche condizioni. Con l’aggravante del freddo. Peccato che nel frattempo tanto si sia detto e solo qualcosa sia stato fatto per migliorare la situazione del quartiere che gravita attorno alla porta di ingresso in città. La città che dal 1 maggio al 31 ottobre è sotto i riflettori internazionali e su cui il governo si sta giocando la faccia.

donna nuda stazione milano 1
Questa è invece la foto circolata nel novembre 2013:
donna nuda stazione milano
Nell’articolo di Marta Bravi si racconta anche dei tentativi del comune di Milano di mettere una pezza sulla situazione:

«La donna era nota ai servizi sociali anche due anni fa, quando venne fotografata per la prima volta – spiegano dall’assessorato al Welfare del Comune di Milano -ma il problema rimane lo
stesso: trattandosi di una persona adulta non la si può costringere ad accettare un aiuto. Sappiamo bene che vivere in quelle condizioni mette a rischio la salute e la sicurezza di chiunque, ma non possiamo andare contro la volontà di nessuno». A dormire sui mezzanini, ai piedi delle vetrine luccicanti delle boutique 6.750 di profughi, di cui 2.630 siriani e 2.921 eritrei solo dall’inizio del 2015, cui si stanno aggiungendo già un centinaio di minori non accompagnati. Da ottobre 2013 sono arrivati in città, principalmente in stazione, più di 60mila profughi, di cui 14mila minorenni.