Cultura e scienze

Jova Beach Party, la Procura di Lucca apre fascicolo per danno ambientale. Salvini: "Lasciate che gli artisti si esprimano"

@Asia Buconi|

jova beach party

Indagine conoscitiva dopo la presentazione di un esposto: la Procura di Lucca ha aperto un fascicolo conoscitivo sul Jova Beach Party, il concerto previsto sulla spiaggia del Muraglione a Viareggio il 2 e il 3 settembre. Il fascicolo è contro ignoti e nessuno al momento è iscritto sul registro degli indagati. L’ipotesi di indagine è quella del danno ambientale, il 733 bis del codice penale legato alla distruzione o deterioramento di habitat all’interno di un sito protetto.

L’inchiesta è stata aperta dalla Procura dopo che un’associazione ambientalista ha presentato un esposto per un presunto danneggiamento delle vegetazione che costeggia la spiaggia. Nello specifico, si tratta di uno studio del professor Giovanni Baccaro (università di Trieste) che mette in evidenza come le piante presenti sull’arenile siano fondamentali per contrastare l’erosione della spiaggia. L’Arpat ha fatto sapere con una relazione che “la spiaggia del Muraglione non è habitat naturale”.

Salvini sul fascicolo aperto dalla Procura di Lucca: “Lasciate che gli artisti si esprimano e che i giovani si divertano”

“Ma lasciate che gli artisti si esprimano e che i giovani si divertano, accidenti!”, ha scritto su Facebook il segretario della Lega Matteo Salvini, commentando la notizia dell’apertura di una inchiesta da parte della procura di Lucca sul Jova beach party di Viareggio. E non è la prima volta che il leader del Carroccio prende le difese di Jovanotti e dei suoi eventi in riva al mare.

Le critiche sollevate dagli ambientalisti sul maxi-evento di Jovanotti avevano indotto Matteo Salvini a dire la sua. “Adoro la musica e mi piace Jovanotti – aveva spiegato il leader della Lega – Chi dopo la pandemia porta migliaia di ragazzi a divertirsi in maniera sana, va solo aiutato e premiato. Fare polemiche ideologiche pseudo-ambientaliste perché uno va a fare un concerto in spiaggia mi sembra davvero triste. C’è tanto da fare. Se uno pensa di salvare l’ambiente fermando i concerti di Jovanotti, ha sbagliato a capire”.