Cultura e scienze

Haider, Farage, Buonanno: un'eterna ghirlanda brillante

haider buonanno farage complotto - 4

Cosa hanno in comune Jörg Haider, Nigel Farage e Gianluca Buonanno? La risposta più ovvia è che tutti e tre sono diventati famosi per le loro posizioni nazionaliste e xenofobe. Ma ci sono dei dettagli, delle coincidenze, che sfuggono a tutti coloro che non hanno l’occhio allenato ad unire i punti che ci rivelano il grande disegno cospiratorio ai danni dellaggente. Fortunatamente però ci sono persone che riescono ad avere intuizioni geniali e a svelare il mondo nascosto nelle pieghe della quotidianità.
haider buonanno farage complotto - 1

Finalmente anche l’Europa ha i suoi ninja assassini

Haider, Farage e Buonanno sono stati tutti e tre vittime di un incidente automobilistico. Il primo (ma è davvero il primo? continuate a leggere e vedrete) è stato il politico austriaco, morto l’11 ottobre 2008 in seguito ad un terribile schianto contro un pilone di cemento dopo aver effettuato un sorpasso a 142 km/h in un tratto di strada dove il limite era di 70 km/h. Da accertamenti successivi emerse che il tasso alcolemico nel sangue di Haider era di 1.8 grammi per litro. L’indagine della polizia austriaca ha escluso qualsiasi ipotesi di complotto o tentativo d’omicidio. Ottobre 2015, Nigel Farage perde il controllo della sua vettura mentre stava tornando da Bruxelles, l’auto sbanda ed esce di strada. Nel gennaio 2016 Farage stesso adombra l’ipotesi di complotto dicendo che la polizia francese gli aveva spiegato – immediatamente dopo l’incidente – che qualcuno aveva allentato i bulloni di una delle ruote. Qualche giorno dopo però il leader dell’UKIP smentisce di aver parlato di un tentativo di omicidio e anzi si pente di aver fatto quelle dichiarazioni. L’indagine della polizia francese ha categoricamente escluso si possa essere trattato di un tentativo d’omicidio. Nel 2010 Farage era rimasto vittima di un incidente aereo durante la campagna elettorale per le politiche (la foto qui sopra fa riferimento a quell’episodio non all’incidente stradale), uscendone ancora una volta illeso. Diversa fu invece la sorte del pilota di quel velivolo, che non riuscì mai a riprendersi dall’incidente, venne messo sotto inchiesta per negligenza, impazzì e morì nel 2013. Ma anche in questo caso la polizia inglese non trovò nulla di sospetto. Di come sono andate le cose per Gianluca Buonanno non lo sappiamo ancora con certezza, qui il resoconto dei fatti, qui la fantasiosa ricostruzione complottista.
haider buonanno farage complotto - 2
Ma a quelli di Veneto Libero (una pagina che ha come obiettivi la sovranità monetaria, il blocco dell’immigrazione, la lotta alla banchitocrazia usuraia, la battaglia identitaria, la precedenza ai veneti in Veneto e la flat tax) non la si fa, il motivo per cui Haider, Farage e Buonanno sono rimasti vittime di incidenti stradali è che erano contro l’euro. Un complotto organizzato nei minimi dettagli, nota Vincenzo Cirigliano, nemmeno Barbara D’Urso ha voluto approfondire la vicenda! Anna Maria Volpe invece è già riuscita a risalire al mandante: il perfido eurocrate Juncker, spesso oggetto delle “feroci” critiche del SuperMan della Valsesia.
haider buonanno farage complotto - 3

Quel particolare inquietante

Ma c’è qualcosa che nessuno ha ancora notato, una coincidenza esclusiva emersa dopo l’analisi delle foto nei laboratuar di Nextquotidiano. Guardate bene la lista delle vittime, ne manca una, forse la più importante e la più illustre. Beppe Grillo, leader nazionalista, xenofobo e no euro è rimasto vittima di un incidente stradale a Limone Piemonte il 7 dicembre 1981. Per quell’incidente Grillo fu condannato per il reato di omicidio colposo e per questo motivo non è candidabile dal Movimento 5 Stelle! In una sola mossa i poteri forti hanno evitato che il capo dei Cinque Stelle potesse diventare Presidente del Consiglio. Ma non sono stati bravi a coprire le loro tracce. A questo punto s’impone una riflessione: come facevano nel 1981 gli eurocrati a sapere che Grillo avrebbe fondato un partito politico che avrebbe messo in discussione l’unità europea (del resto il M5S è alleato dell’UKIP di Farage, non scordatelo)?
haider buonanno farage complotto - 5
Possiamo solo fare delle ipotesi ma la più probabile è la seguente: in un futuro non troppo lontano i viaggi nel tempo saranno una tecnologia  disposizione dei più potenti governi nazionali. Non è del tutto improbabile l’idea che qualcuno a Bruxelles deciderà quindi di tornare indietro nel tempo e fare fuori Grillo. Ma qualcosa andrà storto (magari qualcuno dal futuro lo ha avvertito?) e Grillo sopravviverà e fonderà un partito. Ma chi è il mandante? Pensateci bene, chi è che nel 2008 ha predetto con estrema lucidità il futuro della politica mondiale? Proprio lui Gianroberto Casaleggio. L’uomo che nel 2005 si presenterà da Grillo per “suggerirgli” l’idea di fondare il Movimento. In realtà Casaleggio veniva dal futuro, ed è stato mandato proprio per favorire la nascita di un movimento della Rete (è lecito supporre che quindi il figlio di Casaleggio sia in realtà Caselggio stesso da giovane). Grillo quindi è una specie di Sarah Connor, Di Maio è John Connor e Casaleggio un misto tra Terminator e l’Architetto di Matrix. E Skynet? Secondo alcuni analisti informatici che abbiamo consultato potrebbe essere il Sistema Operativo Rousseau. Di fatto quindi il M5S è una creazione delle lobby eurocratiche del futuro (altrimenti sarebbero tornate indietro nel tempo per evitarne la nascita). E qui si arriva alla spiegazione della ricorsività degli eventi cui si fa riferimento nel titolo di questo pezzo. E si comprende come tutti gli anti-euro sono al servizio del sistema pluto-masso-europeista. C’è da avere paura signori, per fortuna che il vento sta cambiandOH WAIT.