Cultura e scienze

«Il ministro nasconde i dati sull’emergenza morbillo»

giulia grillo sperimentazione macachi torino nas - 5

Nel 2019 l’Italia ha registrato 180 casi a gennaio, rispetto ai 76 di dicembre e 58 di novembre 2018. Dal primo gennaio al 31 maggio 2019 sono stati segnalati 1.096 casi di morbillo: 180 a gennaio; 171 a febbraio, 222 a marzo; 305 ad aprile e 218 a maggio. Oltre due terzi dei casi si sono verificati in Lazio, Emilia-Romagna e Lombardia. Colpisce anche l’età media dei pazienti, molto alta: 30 anni. Tra i contagiati l’86,7 per cento non era vaccinato.

«Il ministro nasconde i dati sull’emergenza morbillo»

E il Giornale oggi scrive che l’attuale ministro della Salute, Giulia Grillo, attraverso semplici atti amministrativi ha di fatto reso più morbida la norma:

Per lo scorso anno era sufficiente l’autocertificazione per l’iscrizione, mentre in questo anno scolastico saranno le Asl a fornire alle scuole gli elenchi dei bimbi vaccinati, dunque le iscrizioni verranno accettate comunque e la verifica sulla profilassi avverrà successivamente tramite l’Anagrafe vaccinale. Una volta verificata l’inadempienza i genitori avranno dieci giorni di tempo per portare l’attestato di vaccinazione a scuola.

morbillo dati ministro
I casi di morbillo in Italia per mese (Il Giornale, 22 luglio 2019)

Ma l’ex ministro Beatrice Lorenzin avanza dubbi e accusa la Grillo di scarsa trasparenza sulle coperture e per questo ha presentato un’interrogazione rivolta al ministro pentastellato, dove evidenzia che «i casi di morbillo nell’anno in corso sono in aumento» e chiede i dati aggiornati sulle coperture vaccinali riferite agli ultimi mesi del 2018 per conoscerne l’andamento sul territorio.

Leggi anche: I rimborsi per le bollette telefoniche a 28 giorni