Cultura e scienze

La giornalista che si licenzia per la marijuana

giornalista marijuana

La giornalista Charlo Greene della Ktva ha lasciato il suo lavoro in diretta televisiva con un eloquentissimo «Fuck it, i quit». La Greene ha rivelato di voler lasciare per dedicare tutte le sue forze alla sua battaglia per la legalizzazione della marijuana. Tutto questo le ha già regalato una pagina fan su facebook con 21mila iscritti. Una versione breve del video:

E una versione più lunga:

La storia però è un pochino più complicata di come appare a prima vista. Tutto parte dall’Alaska Cannabis Club, un club che fa più o meno quanto scritto qui sotto:
charlo greene alaska cannabis club
La Greene ha firmato un servizio sull’Alaska Cannabis Club senza dire che era in conflitto di interessi visto che è tra i proprietari del sito. Quindi ha violato l’etica giornalistica: per questo durante l’annuncio ha dovuto ammettere che di essere la proprietaria effettiva del club e precisare che va via, sì, ma non per sua scelta. La giornalista insomma ha deciso per un’uscita di scena spettacolare dopo essere stata beccata con le mani nella marmellata. O nella marijuana, che dir si voglia. Un giornalista licenziato per conflitto di interessi: in Italia gli avrebbero dato un premio.

Leggi sull’argomento: Il Corriere della Sera contro la marijuana libera