Cultura e scienze

Il giornalista che si dimette dal consiglio dell'Ordine dei giornalisti

Carlo Bonini, coautore di tante inchieste di Repubblica insieme al compianto Peppino D’Avanzo, si è dimesso ieri dal consiglio dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia per il reintegro dell’agente Betulla, alias Renato Farina, deciso qualche giorno fa.

Scrive Bonini nella lettera di dimissioni: «La sua riammissione nell’Ordine oltraggia non solo la memoria di Giuseppe D’Avanzo, un amico di cui ho pudore a parlare, per me un padre non solo della professione, ma soprattutto quello che ha dato al giornalismo. E il silenzio è dei complici». Solidarietà da parte Cdr di Repubblica, che ringrazia Bonini per il lavoro svolto e in una nota aggiunge:«Condividiamo in pieno i contenuti e le motivazioni della sua scelta».

Il reintegro di Farina lo aveva comunicato il 3 settembre il Presidente dell’Ordine della Lombardia, Gabriele Dossena, con una nota stampa: «Il Consiglio dell’OdG della Lombardia ha accolto oggi la domanda di reiscrizione di Renato Farina all’Albo dei Professionisti. La decisione, presa al termine della riunione del Consiglio e dopo l’audizione dello stesso Farina, è stata votata all’unanimità. Renato Farina non era iscritto all’Ordine dal 20 marzo 2007». Farina è stato parlamentare con PdL e Forza Italia fino al 2013, quando non è stato ricandidato. La decisione dell’OdG era arrivata all’unanimità. «Sono consapevole di aver sbagliato, anche se in buona fede», aveva dichiarato lui all’Ansa.

Leggi sull’argomento: Renato Farina ritorna nell’Ordine dei Giornalisti