Cultura e scienze

Filippo Facci, Keanu Reeves e la sindrome di Belen

fillippo facci keanu reeves - 4

Nella vita ci sono poche certezze, una di queste è che Keanu Reeves non invecchia mai o più seriamente che sia una delle star di Hollywood più “umane”. L’altra è che Filippo Facci è un giornalista che si diverte a fare il provocatore. Se mescolate questi due semplici elementi quello che potreste ottenere è una frase come questa: «Questa è una foto che ritrae l’attore Keanu Reeves con Alexandra Grant, la sua nuova compagna. E che lo certifica ufficialmente: Keanu Reeves è omosessuale».

Se non stai con una modella sei omosessuale, lo dice la scienza!!1

Ora ci sono molte cose sbagliate nell’affermazione di Facci. La prima è che parte dal presupposto che la nuova compagna dell’attore sembri più  vecchia di lui. Comprensibile: per quanto sembri incredibile Reeves ha 55 anni (la Grant invece 46). Ma siccome Alexandra Grant non si tinge i capelli è scoppiato un putiferio. E se possiamo capire la delusione delle fan che magari sognavano di poter un giorno far innamorare il bel Reeves risulta meno giustificata l’uscita di Facci, a meno naturalmente che non covasse lo stesso desiderio. Che sceglie una strada diversa da quella di criticare l’età della fidanzata, che per altro è “appropriata” se guardiamo altre coppie di Hollywood e punta al bersaglio più grosso.

fillippo facci keanu reeves - 1

Per Facci infatti è impossibile che Reeves stia con una donna come Alexandra Grant: quindi è gay. Se lo abbia detto per scherzo, per suscitare una reazione o perché ci crede davvero a quello che scrive. Perché insomma se sei Keanu Reeves non puoi stare con una “così” (e così si intende un’artista pluripremiata). Deve per forza stare con una modella, almeno una che abbia partecipato alle selezioni finali di Miss Universo, e possibilmente di venti o trent’anni più giovane (insomma lo stesso genere di relazione tra Donald e Melania Trump). Solo allora potrà dimostrare di non essere gay.

fillippo facci keanu reeves - 2

Ora, posto che se Reeves fosse omosessuale non ci sarebbe nulla di scandaloso e ribadito che fare outing (ovvero rivelare l’orientamento sessuale di una persona senza il suo consenso) nei confronti di Reeves sarebbe è una pratica quanto mai sgarbata e scorretta, quello che fa Facci è sostanzialmente dire che una donna che lui considera “troppo brutta” non potrebbe mai stare con uno come l’attore di Matrix. Non è nemmeno una argomentazione così innovativa: l’abbiamo già letta nelle critiche scandalizzate alla Première dame francese Brigitte Trogneux con il solito contorno di pettegolezzi sul fatto che Macron sia gay. Per tornare invece sull’età invece qualcosa di simile si è detto a riguardo della moglie di Hugh Jackman, che qualcuno considera troppo “brutta” e “vecchia” per stare con un sex symbol del genere (sono sposati da 23 anni).

fillippo facci keanu reeves - 3

Certo fa sorridere: se Keanu Reeves avesse voluto nascondere la sua omosessualità avrebbe avuto solo l’imbarazzo della scelta riguardo alle partner e difficilmente quel segugio di Facci l’avrebbe scoperto. Ma Facci sta solo interpretando sé stesso (non è un grande attore del resto) e sta chiaramente trollando e non parla sul serio. Ma molte donne (e uomini) hanno espresso nei commenti il suo stesso punto di vista. E non si capisce come mai ad un uomo “brutto” e anziano si perdoni volentieri il fatto di avere una moglie giovane e bella, ma non il contrario. Ad esempio a nessuno viene in mente di dire che Trump possa essere gay (e si sorvola sulle dichiarazioni abbastanza inquietanti del Presidente USA su sua figlia Ivanka). Al maschilista-tipo però non va proprio giù (e non si capisce perché) che una donna che lui considera “brutta” (ma che evidentemente non lo è) possa stare con un uomo universalmente considerato bello. Quell’uomo deve essere evidentemente “sbagliato”, ci deve essere qualcosa “che non va” in lui. E cosa c’è di più sbagliato, per alcuni, che essere omosessuali?

Leggi anche: Quegli animalisti che insultano Liliana Segre dicendo che “non ha imparato nulla da Auschwitz”