Cultura e scienze

Le bufale della dieta del gruppo sanguigno di Pietro Mozzi da Fabio Volo

mozzi fabio volo dieta gruppo sanguigno bufala - 3

Quanti anni ha il dottor Pietro Mozzi? Ottanta? Di più? A guardarlo non si capisce, ma c’è quasi da fargli i complimenti per essere arrivato in perfetta salute a quell’età. Oh wait, in realtà Mozzi è nato nel 1950, quindi ha sessantacinque anni. Un’età alla quale molti nei paesi industrializzati arrivano in buona salute senza troppi sforzi. Ed in effetti Mozzi è un medico particolare, perché è sì laureato in medicina (nel 1977) ma sostiene di non aver mai indossato un camice bianco o lavorato in ospedale (o in un ambulatorio) né prescritto farmaci in tutta la sua carriera. In poche parole Mozzi, terminati gli studi universitari e una volta iscritto all’albo non ha mai praticato la medicina, non solo nel senso in cui la intende la maggior parte dei professionisti, proprio mai. E ovviamente non ha nessuna specializzazione in dietologia.

 

Pietro Mozzi, medico secondo natura

Mozzi vive in montagna, dove riceve i pazienti. Ogni tanto appare su una Tv locale per spiegare la sua visione del mondo e delle malattie. Oppure scende a valle per andare ai mercati a vendere i prodotti agricoli e le marmellate che produce da sé. L’immagine che ha pazientemente costruito in tutti questi anni è quella del guru che ha rifiutato quasi tutti i simboli del potere medico e anche quelli della tecnologia e del progresso. Niente di più affascinante per le orde di malati  in cerca di conforto o per quelli che, ancora abbacinati dalle discipline new age e da un rifiuto pressoché totale del metodono scientifico, sono ancora alla ricerca dell’illuminazione e del segreto della vita eterna. Tra questi c’è senza dubbio Fabio Volo, conduttore radiofonico e scrittore di libri ispirati ai fogliettini dei Baci Perugina. Già in passato al Volo del Mattino si era materializzato il Dottor Mozzi, che ieri ha fatto ritorno per spiegarci i principi cardine della sua famosa dieta del gruppo sanguigno. Dovete infatti sapere che oltre alle varie teorie campate in aria circa il latte vaccino che causa tumori, Alzheimer e TBC Mozzi sostiene che ogni gruppo sanguigno possa mangiare certi alimenti e debba necessariamente evitarne altri. Perché così è codificato nei nostri geni da millenni, e se vogliamo aiutare il nostro sistema immunitario dobbiamo nutrirci solo di quello di cui si nutrivano i nostri progenitori con lo stesso gruppo sanguigno. In un’intervista al giornale dove spiegava di essere gruppo 0 negativo, segno Acquario (anche il segno zodiacale è fondamentale) Mozzi spiegava brevemente quello che ha scritto in un libro che ha venduto più di centomila copie, ovvero che se mangi dei cibi sbagliati per il tuo gruppo sanguigno allora ti ammali. Ecco ad esempio come spiegava ad una telespettatrice del gruppo A positivo come guarire dalla cataratta: eliminare tutti i latticini e mangiare tanto pesce e legumi.

 

Fabio Volo, conduttore secondo natura

Già il fatto che il dottor Mozzi faccia diagnosi al telefono la dice lunga su quanto abbia davvero a cuore la salute dei pazienti. Ma in fondo a cosa serve visitare il paziente, prescrivere esami quando si sa che la colpa è sempre del latte e si parte dall’assunto che tutti quelli dei gruppo A sono uguali tra loro dal punto di vista medico e così quelli degli altri gruppi sanguigni. In poche parole il Dottor Mozzi è la controparte maschile della ex-Dottoressa Mereu, anche lei fa diagnosi basandosi su elementi inutili, come ad esempio la grafia, non prescrive alcun esame diagnostico e riconduce tutto ad un principio unico, quello del conflitto del malato con parenti, amici o datori di lavoro. Fabio Volo ovviamente si guarda bene da mettere di fronte alle evidenze scientifiche delle ricerche sulle diete del gruppo sanguigno (che non sono un’invenzione di Mozzi). Mozzi ci spiega che l’umanità il sale l’ha sempre usato, quindi non fa male (mentre il latte, che è sempre stato usato è terribilmente nocivo). Altre cose che fanno male? Il glutine, che causa allergie respiratorie, e il cui consumo eccessivo causa autismo e malattie autoimmuni e sicuramente con l’andare del tempo la situazione peggiorerà. Come prende Volo queste rivelazioni? Senza battere ciglio. Voi direte, ma cosa ne può sapere uno come Volo, mica si può pretendere che si vada a leggere noiose ricerche scientifiche. Per fortuna che due anni fa Daniela Cipolloni su Wired aveva spiegato bene cosa ci fosse di sbagliato nelle farneticazioni di Mozzi. Ma al Volo del mattino non evidentemente non leggono certe cose. E via così a spiegare come la dieta dei gruppi sanguigni possa salvare le persone dalla depressione oppure il racconto di come gli antichi romani siano diventati grandi e potenti senza pomodoro ma dall’altra parte del mondo altre persone con gruppi sanguigni simili a quelli dei romani ne mangiavano senza problemi.

mozzi fabio volo dieta gruppo sanguigno bufala - 1
Quando Mozzi consigliava di bere poco quando fa caldo perché fa male (fonte: Facebook.com via Medicina un tanto al Kg Piero Mozzi)

Cos’altro è in grado di guarire Mozzi? L’infertilità, ad esempio. Oppure i tumori, il diabete e financo la sclerosi multipla. Ma può anche salvare le sorti delle Nazioni, siete pronti per la rilettura della storia dell’umanità? Gli americani sono destinati a perdere il controllo sul Mondo a causa del consumo di cereali e di mais (cereale che però i nativi americani mangiavano). Infatti tutti i grandi popoli come romani, inglesi e greci ed egiziani mangiavano tutti agnello e non cereali, poi quando hanno iniziato a coltivare i cereali la civiltà è crollata (strano perché nel delta del Nilo e in Mesopotamia è successo proprio l’opposto). Ecco perché i vichinghi hanno dato vita ad una delle civiltà più potenti e floride della storia dell’umanità. Ecco perché il tacchino fa bene (lo mangiavano i padri fondatori che hanno forgiato l’America). Ma in questo roadside show anche Fabio Volo vuole portare la sua testimonianza della miracolosa guarigione di un tumore al seno grazie all’alimentazione.
mozzi fabio volo dieta gruppo sanguigno bufala - 2
Secondo Fabio Volo non c’è nulla di sbagliato nel provare a seguire i consigli del Dottor Mozzi, che non ha mai ucciso nessuno. Ma Volo non può ignorare il fatto che quando un malato ricorre esclusivamente a “terapie” del genere si allontana dalle uniche terapie la cui efficacia è scientificamente provata. Far credere agli ascoltatori della trasmissione che seguendo i saggi consigli di un eremita si possa guarire dal cancro o dalla sclerosi multipla con bacche e noci è un crimine contro l’umanità.