Cultura e scienze

Muore a soli 31 anni il biologo delle tartarughe Enrico Panzera, colpito da un malore dopo cena

Asia Buconi|

enrico panzera biologo

Lutto nel mondo della scienza per la morte di Enrico Panzera, biologo 31enne del Museo di Storia Naturale di Calimera, piccolo paese in provincia di Lecce. Il giovane è stato colto da un malore due giorni fa dopo una cena in famiglia. A dare la notiza della sua prematura dipartita è stata la pagina istituzionale del Centro Recupero Tartarughe Marine del Museo di Storia Naturale del Salento di Calimera, che ha scritto sui propri profili social: “Oggi è una bruttissima giornata per noi e per tutti quelli che ci sono accanto, il museo resterà chiuso oggi. Nella notte, il biologo Enrico Panzera ha perso la vita dopo un malore”.

Dopo il triste comunicato, l’omaggio dei colleghi al giovane biologo: “Il Nostro Enrico non c’è più, se n’è andato nella notte lasciando un vuoto e un dolore indescrivibile. Ci stringiamo nell’ immenso dolore che ha colpito la sua famiglia e la sua amata Elisabetta. Oggi se ne va un caposaldo del nostro Centro Recupero. Niente sarà più come prima, perdiamo un Amico e un collega insostituibile. Vogliamo ricordarti nella tua ultima missione in Libano sempre in difesa delle tue amate tartarughe”.

Morto il giovane biologo Enrico Panzera: “Colpito da un malore dopo cena”

Il ragazzo era il figlio di Sandro Panzera, direttore amministrativo del Museo di Storia Naturale del Salento. Stando a quanto ricostruito, il 31enne era in casa con la famiglia quando, all’improvviso, si è sentito male dopo cena. Immediati la chiamata al 118 e l’intervento dei sanitari, che però non hanno potuto fare nulla per salvare il giovane.

Enrico non era solo un punto di riferimento fondamentale per il monitoraggio e lo studio delle tartarughe marine del Salento, ma pure una figura essenziale del Museo di Storia Naturale di Calimera (per cui si occupava soprattutto di didattica) e del centro di recupero Fauna omeoterma. Grande appassionato di rugby, il 31enne lascia una compagna e tantissimi amici che lo accompagnavano nelle sue diverse passioni. Sono stati celebrati oggi alle 10 i funerali del biologo, presso la parrocchia Sant’Antonio da Padova a San Cesario.