Cultura e scienze

Vuoi suonare per Benedetto XVI? Ovviamente gratis!

benedetto XVI compleanno concerto 1

“Carissimo, con una lettera personale al direttore, sua santità Benedetto XVI, papa emerito, appassionato di musica classica e amante di Mozart ha manifestato l’invito per la nostra orchestra ad eseguire alla sola sua presenza e del fratello, musicista, in data 16 aprile un concerto di un’ora nel giorno del suo compleanno. Per il concerto non è previsto compenso in quanto ritenuto prestigioso, soprattutto per quelli di noi credenti si richiede quindi un atto di disponibilità”: questa è la mail che ha ricevuto E., violista, nella sua casella di posta qualche giorno fa. A lei e ad altri l’Orchestra filarmonica della Franciacorta ha chiesto di suonare gratis e anche di rendersi disponibili per una prova prima del concerto a Brescia. Aggiornamento 16/3/2016 ore 16,10: il M. Facchinetti ci precisa com’è andata la storia. La sua dichiarazione è stata aggiunta alla fine dell’articolo.

benedetto XVI compleanno concerto
La fotografia della mail ricevuta da E. per il concerto di compleanno di Benedetto XVI

Nella mail di invito si informano i musicisti che ci potrà essere una piccola “colazione pontificia” con Benedetto XVI, e che l’evento verrà trasmesso in mondovisione da Radio Vaticana mentre ognuno dei musicisti avrà il “privilegio” di poter consegnare una lettera personale al Santo Padre. Che fortuna, nevvero?

Vuoi suonare per Benedetto XVI? Ovviamente gratis!

Ovviamente suonare per il pontefice emerito è in effetti di grande prestigio, ma chiedere a dei professionisti che hanno studiato per anni di suonare gratis è quantomeno curioso, soprattutto se la richiesta arriva in ragione dell’essere o meno “credente” e il luogo dell’esecuzione è la Palazzina Leone XIII, sede di Radio Vaticana, in nome di quell’«ovviamente gratis» famoso (o famigerato) anche a Parma. Fare il musicista, d’altro canto, è un lavoro, «anche se succede spesso che ci chiedano di suonare gratis, purtroppo», dice lei. E. ha pubblicato il post con la mail su Facebook e naturalmente con la circolazione del link c’è chi fa notare che la situazione è leggermente contraddittoria: «Avesse chiesto de sona’ gratis in una bidonville (compresi lui e il fratello…) lo capirei. Ma una schifosa situazione di lusso sfrenato in cui chiami una orchestra a suonare quello che dici te, per te e per tuo fratello… perfino un oligarca russo sarebbe più corretto», dice C., mentre altri confermano scandalizzati di aver ricevuto lo stesso messaggio. «Quindi visto che il concerto è ritenuto “prestigioso” non c’è compenso… va bene, ma se si suona in una situazione ancora più “prestigiosa” cosa succede, pagano gli esecutori di tasca propria???», aggiunge M. Forse bisognerebbe ricordare al pontefice emerito che, come dice Bergoglio, «il lavoro è dignità». E che per la gratuità ci si può anche accontentare di Youtube:

Edit: il M. Emiliano Facchinetti, presidente dell’Orchestra Filarmonica della Franciacorta e autore della mail pubblicata nel pezzo, ci contatta per farci sapere quanto segue: “L’idea del concerto gratuito è nata dall’orchestra e non è un’idea del Santo Padre; voleva essere un omaggio che l’Orchestra fa al Santo Padre. Mi dispiace che tutto ciò abbia generato una polemica che ha coinvolto il Pontefice Emerito, per una questione che voleva essere soltanto un momento di festa che volevamo donargli”.