Attualità

Antonio Lo Cascio: Er Faina delle Marche che gliele canta al governo

@Giovanni Drogo|

antonio lo cascio terremoto 18 gennaio sms - 1

Da ieri il video di un “cittadino” delle Marche che si sfoga per la lentezza dei soccorsi nelle aree terremotate e per la storia dei soldi degli SMS “che non sono ancora arrivati” di cui abbiamo parlato ieri. Il video, girato con un telefonino, ha avuto centinaia di migliaia di condivisioni con altrettanti commenti di cittadini arrabbiati nei confronti del Governo.

Tanto più che appena il giorno prima Lo Cascio sembrava parecchio contento del fatto che fosse in corso un’abbondante nevicata.

Il che di nuovo è legittimo, e ricordando al pubblico che Lo Cascio è uno di quelli che si incazzano per le trollate di Martina Dell’Ombra non voglio certo dire che sia uno che crede a tutto quello che legge su Internet. Si può però dire che la soglia d’indignazione del personaggio è un tantinello bassina.
antonio lo cascio terremoto 18 gennaio video
Possiamo anche essere dell’idea che la coerenza non sia un valore, ma abbiamo visto tanti, troppi moralizzatori da tastiera (o meglio da video) per non notare come spesso chi vuole moralizzare l’Italia abbia altri intenti e che alla fine, in fondo in fondo, gliene freghi anche pochino di quello che succede. Ma alla fine Lo Cascio non sbaglia, perché è un suo diritto dire quello che pensa, e anche incazzarsi se lo ritene opportuno. È un nostro diritto però dire che quello che dice – quando non si tratta di polemiche pretestuose come quella sugli SMS solidali intascati dalle banche – non solo non sposta un centimetro di neve ma nemmeno è – visto il personaggio – il semplice sfogo di un comune cittadino ma quello di un attore che di lavoro fa cose come queste. Starà al pubblico, valutando i fatti, capire se sono lo stesso vere e sincere.