Attualità

Albuccione: la guerriglia a Guidonia tra nomadi e residenti

albuccione guidonia

Guerriglia nella notte tra un centinaio di residenti e nomadi a Guidonia, vicino a Roma. Lancio di sassi, barricate in strada e un box auto incendiato. Un 31enne romano, rimasto ferito da una sassata al volto, si è presentato in ospedale. Sul posto carabinieri e polizia.

Albuccione: la guerriglia a Guidonia tra nomadi e residenti

Secondo quanto si è appreso, a far scattare la protesta degli abitanti di Albuccione, una frazione di Guidonia, sfociata poi nella guerriglia, alcune manovre azzardate compiute con un furgone da un nomade del vicino insediamento abusivo. Tiburno TV ha parlato della vicenda:

Secondo le prime ipotesi sembra che un rom, presumibilmente ubriaco, si sia messo alla guida del suo furgone scatenando il panico, con un zig zag anche in retromarcia, come ad investire persone in strada e pare che il veicolo si sia lanciato contro una donna. La ricostruzione è al momento da confermare.
Sarebbe stata, a questo punto, proprio questa la dinamica che avrebbe poi provocato la rabbia verso il campo rom dove al momento è in corso un incendio. Sassi e molotov sono stati lanciati contro l’accampamento al punto da far divampare fiamme altissime.

albuccione guidonia
Foto da: Tiburno TV

Sul posto sarebbe arrivato anche il sindaco per cercare di calmare le acque ieri notte. Romaest.org racconta di inseguimenti, sassi lanciati, scontri e incendi, sacchi di calcinacci in piazza per fare una trincea, una barriera. In fiamme l’immondizia presente nei pressi degli insediamenti.


Il rom alla guida del furgone è stato in seguito intercettato dai carabinieri in via Tiburtina, all’altezza dello svincolo per via Gualandi: è stato trovato con un’accetta, un manganello e un tirapugni ed è stato denunciato per porto di armi ed oggetti atti ad offendere. Tutto il materiale è stato sequestrato. Nei pressi del campo è stata trovata anche un’auto rubata.