Tecnologia

Yuri Dall’Ara: il leader delle rivolte antimigranti arrestato… un anno fa

yuri dall'ara arrestato

Dal 6 aprile scorso circola la notizia di un leader di Casapound e Forza Nuova che guidava le rivolte contro i migranti e che è stato arrestato per rapina. A pubblicarla, tra gli altri, il portale Tiscali in un articolo pubblicato il 6 aprile 2019.

Yuri Dall’Ara: il leader delle rivolte antimigranti arrestato… un anno fa

La notizia, che ha 31mila condivisioni, racconta che Yuri Dall’Ara è stato arrestato per rapina dai carabinieri di San Pietro dopo aver rubato i soldi nella cassa di una gelateria, in via Cola di Rienzo.

yuri dall'ara arrestato 1

Tutto giusto, tutto vero ma in primo luogo Dall’Ara era stato protagonista delle proteste in via del Frantoio a Tiburtino III, in cui una donna era stata anche accusata di calunnia per aver denunciato un’aggressione mai avvenuta. E, soprattutto, l’arresto risale a più di un anno fa, il 12 gennaio 2018:

yuri dall'ara arrestato 2

In tutti gli articoli che raccontano della vicenda, infatti, si parla di un furto in una gelateria di via Cola di Rienzo:

La parabola di Yari Dall’Ara, 38 anni, l’ha decisa il gip che ha convalidato il provvedimento dei carabinieri che mercoledì notte lo avevano sorpreso con due complici – Sergio Pagnutti (65) e Andrea Di Ceglie (37) – nascosto dietro il bancone di una gelateria di via Cola di Rienzo dove i tre erano entrati per rubare i soldi nel registratore di cassa.

Per gli altri due il giudice per le indagini preliminari ha deciso invece la liberazione in attesa del processo e l’obbligo di firma in caserma. Dall’Ara, che l’estate scorsa era diventato famoso per aver guidato la protesta contro gli immigrati ospiti del centro della Croce Rossa in via del Frantoio, insieme con i movimenti di estrema destra, è sospettato però di aver commesso una serie di furti sempre con la stessa tecnica a Prati e nella zona di San Pietro.

La notizia è quindi semplicemente tornata virale a causa dell’attualità.

Leggi anche: Casal Bruciato, la rivolta per i rom nella casa popolare (occupata?)