Fact checking

Il volo di Salvini con l’aereo dei pompieri

aldo grasso libro salvini giannini altaforte - 8

Il ministero dell’Interno ieri ha risposto alla notizia dell’apertura di un fascicolo da parte della Corte dei Conti sui voli di Salvini con gli aerei della polizia. Ieri il Dipartimento di Pubblica Sicurezza ha confermato l’inchiesta di Repubblica: Matteo Salvini «ha usato 19 volte gli aerei della Polizia». Il Viminale ha precisato che «da Salvini non c’è mai stato utilizzo per motivi estranei al ruolo istituzionale».

Il volo di Salvini con l’aereo dei pompieri

Il che è formalmente vero. Nel senso che Salvini ha incrociato iniziative di propaganda – 211 quelle a cui ha partecipato solo da gennaio – a manifestazioni ufficiali. E ha quindi costruito la sua agenda per 19 volte in modo da poter utilizzare i voli istituzionali e partecipare alle iniziative del suo partito. La ventesima, racconta oggi Repubblica in un articolo a firma di Gianluca Di Feo, è arrivata la mattina del 15 ottobre, quando il ministro è decollato da Linate verso Roma, nonostante esistano tanti collegamenti di linea. Ma il giorno prima era stata una giornata pesante:

Forse aveva bisogno di relax sulle poltroncine in pelle della “Ferrari dei cieli”, perché il giorno prima aveva affrontato sei comizi di fila in Alto Adige tra birra e wurstel e una convention di imprenditori brianzoli. Il Viminale ha precisato che «da Salvini non c’è mai stato utilizzo per motivi estranei al ruolo istituzionale». Formalmente è vero, e lo avevamo sottolineato. Il leader leghista ha inventato il “voli uno e prendi due”, unendo quasi sempre un appuntamento ministeriale a un evento di partito. Basta dare un’occhiata all’elenco ufficiale, reso noto ieri.

Si comincia il 13 settembre: missione a Bari per la Fiera del di Gianluca Di Feo Levante. Poi il Capitano Volante si mette la felpa e sale sul palco del quartiere Libertà. Il segretario locale lo introduce: «E venuto qui per dare lo sfratto a Decaro e Emiliano». E lui scandisce: «I politici di sinistra hanno trasformato Bari in un campo profughi». Non pare un discorso istituzionale… I14 gennaio l’aereo della Polizia lo porta da Milano a Pescara per il comitato sulla sicurezza. E la sera scende in piazza per aprire la campagna elettorale abruzzese. Stesso copione il 16 gennaio. Plana a Cagliari per un’altra riunione sulla sicurezza, quindi prosegue con tre manifestazioni leghiste in vista del voto.

Il Piaggio P-180

La procura contabile del Lazio, guidata da Andrea Lupi, ha aperto il fascicolo sull’uso del bimotore Piaggio P-180: sul mercato privato il P-180 viene noleggiato per 4-5mila euro l’ora ma nel caso della flotta statale la spesa è circa la metà: il conto per i viaggi di venerdì scorso sarebbe quindi di circa 10 mila euro. E, ironia della sorte, lo stesso modello di aereo che il ministero della Difesa si era impegnato ad acquistare nella crisi della Piaggio Aerospace. Infine, gli altri voli, tra cui la fiera dei cavalli:

Venerdì scorso tra una cerimonia antimafia a Platì e un incontro in prefettura a Napoli incastona lo show di partito a Catanzaro. Si muove sulle ali della Polizia. Incluso il rientro a Milano, anche se venti minuti dopo a Capodichino c’è un volo Alitalia per la stessa destinazione. Alcuni degli impegni ministeriali sono sorprendenti. Il 25 ottobre atterra a Verona per la Fiera dei Cavalli, dove si esibisce in una sfilata equestre tra i fan. Poi c’è il “IX Forum Economico Euro-Asiatico”: un imperdibile convegno all’insegna dell’amicizia italo-russa, sponsorizzato da Gazprom e benedetto da un messaggio di Vladimir Putin: «Sono certo che i vostri dibattiti saranno proficui e troveranno una fattiva attuazione». Domenica 16 settembre decolla da Ancona dopo il sopralluogo in hotel occupato da migranti. Nel tabulato ufficiale mancano il prima e il dopo. Sabato sera era sbarcato a Fano da un elicottero della Polizia per la festa della Lega.

Leggi anche: Lo strano caso di Alessandro Murenu, il candidato sindaco M5S a Cagliari revocato