Politica

Salvini a Napoli: come la racconta lui e come è andata davvero

“Matteo! Matteo! Matteo!”: l’arrivo di Salvini per il comizio a piazza Matteotti a Napoli è stato documentato sui social della Lega come se fosse l’entrata di Gesù a Gerusalemme. Ma come sono andate davvero le cose? Repubblica racconta che di gente non ce ne era poi così tanta

“Matteo! Matteo! Matteo!”: l’arrivo di Salvini per il comizio a piazza Matteotti a Napoli è stato documentato sui social della Lega come se fosse l’entrata di Gesù a Gerusalemme: mancavano solo le palme ma in compenso c’era “Nessun dorma” sparato a tutto volume mentre il Capitano faceva la sua passerella smanazzando tutti, e che il Coronavirus vi accompagni. Lui come sempre esagera: “Devo dire che di venerdì pomeriggio una piazza così a Napoli non me la sarei mai aspettata. La piazza di stasera non ce l’ho neanche a Milano”. La Lega parla addirittura di 4mila persone presenti: “Oltre 4mila persone, di venerdì pomeriggio, in una piazza Matteotti come non la si vedeva da tempo, ricca di entusiasmo e di aspettative. La Napoli che dice basta alle clientele, agli sperperi, all’assistenzialismo, basta a De Luca, alla camorra, ai soprusi e alle ingiustizie è con la Lega, è con Matteo Salvini”. Ma come sono andate davvero le cose? Repubblica racconta che di gente non ce ne era poi così tanta:

Sta di fatto che teso lo sarà fino a sera, quando il mini tour di sostegno al candidato forzista Stefano Caldoro che i sovranisti hanno sì e no tollerato, dopo le tappe di Torre del Greco, Gragnano, Eboli, Secondigliano, Giugliano, si concluderà in una Piazza Matteotti, nel cuore di Napoli, più vuota che piena, come dimostrano le immagini. Piazza che il capo leghista, al pari di Almirante negli anni Settanta, si ostina a chiamare «Piazza della Posta, perché i napoletani la ricordano così». Omettendo di dire che era il nome sulla targa ai tempi del fascismo, sostituito nel Dopoguerra con quello della vittima del regime. «Ma la sinistra è ancora ferma al secolo scorso e litiga pure sui nomi», taglierà corto il senatore dal palco

Quali sono le immagini? Basta guardare da un altro punto di vista rispetto a quello che propone la propaganda di Salvini per vedere tutta un’altra storia:

Certo un risultato Salvini lo ha ottenuto. Non ha ricevuto fischi e pomodori come a Torre del Greco. C’erano troppi poliziotti a fermare i contestatori:

Magari con loro presenti la piazza sarebbe sembrata più piena.

Leggi anche: Salvini e la cena con Andrea Manzoni, il commercialista arrestato