Sport

Matteo Salvini e il Milan che perde il derby

salvini milan

Ieri Matteo Salvini, per distrarsi delle fatiche del lavoro da quando non è più ministro dell’Interno, ha voluto rilassarsi un po’ andando a San Siro a vedere il derby tra Inter e Milan. Naturalmente alla fine della partita era piuttosto abbacchiato, visto che i rossoneri hanno perso 2 a 0.

salvini milan

E infatti ha abbandonato anzitempo la tribuna ma, fa sapere oggi il Corriere, è andato in tv: «Ma quante campagne acquisti stiamo commentando in maniera negativa?», ha dichiarato a Telelombardia. «È automatico che grandi calciatori diventino poi grandi dirigenti? Poi se la tua proprietà è un fondo, sei solo un numero sul computer», ha aggiunto. Non è la prima volta che Salvini si indigna per le prestazioni del Milan (preferisce parlare di quello invece che degli striscioni per salutare Belardinelli, l’uomo morto durante un assalto a tifosi napoletani a San Siro), ma non è la prima volta che Salvini “molla tutto” per seguire la sua passione per i rossoneri. Due anni fa  – quando il Segretario della Lega era “solo” eurodeputato e consigliere comunale a Milano -venne fuori che Salvini, pur partecipando molto raramente alle sedute del consiglio comunale era molto puntuale quando si trattava di ritirare i biglietti gratis per le partite a San Siro messi a disposizione dei consiglieri meneghini.

matteo salvini milan atene grecia - 3

Ma soprattutto allo stadio ci va molto spesso e ci andava anche quando era ministro: «Da Bruxelles lo cercano al telefono per tutto il pomeriggio. «Matteo Salvini è “irreperibile”, non risponde, non si fa trovare. Volato ad Atene a seguire con il figlio la trasferta in Europa League del suo Milan», raccontavano qualche tempo fa su Repubblica. Non è bello che adesso Matteo abbia tutto il tempo libero che vuole? Non sarebbe ancora più bello se ne avesse ancora di più? Ci riflettano, soprattutto gli interisti.

Leggi anche: Mara Carfagna minaccia l’addio a Berlusconi