Opinioni

La shitstorm su Chiara Appendino per Telethon

Qualche giorno fa Chiara Appendino ha avuto la non brillantissima idea di invitare alla donazione nei confronti di Telethon e della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul cancro nell’ambito dell’iniziativa benefica della partita del cuore tra Nazionale Cantanti e Campioni per la Ricerca, a cui è andata a dare il calcio d’inizio.
chiara appendino
Forse la Appendino non sapeva che Telethon è protagonista periodica di maratone di insulti da parte di animalisti perché simbolo della ricerca scientifica “cattiva” che fa sperimentazione animale. E infatti, come d’abitudine e secondo un rito tradizionale che va in scena ogni volta, anche la sindaca di Torino è finita nella polemica sui “carrozzoni” che spendono “tanti miliardi senza risultati”.
chiara appendino telethon 1
Secondo chi ha parlato sulla sua pagina Telethon torturerebbe gli animali e addirittura (vergogna!1!) si pagherebbe “lauti stipendi”.
chiara appendino telethon 2
La maggior parte dei commentatori, come è d’abitudine in questi casi, dice che andrebbero sovvenzionati “metodi alternativi” senza sapere che alcune ricerche NON hanno “metodi alternativi”
chiara appendino telethon 3
Naturalmente la Appendino è in ottima compagnia: anche Battiato ed altri si sono presi vagonate di insulti per aver sponsorizzato Telethon. Che invece, e a differenza di quanto sostengono alcuni e di quello che fanno alcune associazioni animaliste, rilascia i bilanci delle sue attività e dettaglia il modo in cui spende i soldi che le vengono donati.
chiara appendino telethon 4
Ma questo poco interessa agli espertoni di Internet, che hanno le prove (cit.) che la ricerca non è “predittiva” o validata o minacciano di chiamare Paolo Bernini (altro onorevole M5S, famoso per le sue “battaglie” e per le figuracce) per dirlo alla maestra.
chiara appendino telethon 5
Insomma, anche la Appendino ha bevuto l’amaro calice della contestazione insensata. Il dettaglio è che la maggior parte di quelli che ora la contesta sembra aver votato per lei.

Alessandro D'Amato

Il direttore di neXt Quotidiano