Fact checking

Antonio Maria Rinaldi e la Chiesa che si occupa dei poveri solo quando c’è la Lega al governo

rinaldi cardinale elemosiniere povero - 1

«Sono stati i governi targati PD che hanno fatto 5 milioni di poveri» a dirlo è Antonio Maria Rinaldi, economista, allievo dell’ex ministro Paolo Savona, animatore del sito Scenari Economici ed infine candidato per la Lega alle Europee. Oggi ad Agorà Rinaldi è andato all’attacco dell’Elemosiniere del Papa, cardinal Konrad Krajewski, che ha riallacciato la corrente in un palazzo occupato di Roma e ha detto che d’ora in poi pagherà lui le bollette.

È colpa del PD se ci sono 5 milioni di poveri?

Rinaldi, oggi ospite ad Agorà su Rai 3, sostiene che però il problema sia un altro. Non solo il fatto che i governi del Partito Democratico abbiano “creato” 5 milioni di poveri ma anche la Chiesa che non si occupa abbastanza dei poveri. Che di poveri in Italia ce ne siano troppi è senz’altro vero. Lo certificano i dati dell’Istat che nel giugno 2018 ha pubblicato i dati relativi al 2017 che stimavano in 5milioni i residenti che vivono nel nostro Paese che si trovano al di sotto della soglia di povertà assoluta.

rinaldi cardinale elemosiniere povero - 2

Sono tutti poveri creati dal PD? No, perché la serie storica mostra come dal 2005 il numero di persone sotto la soglia di povertà sia andata costantemente crescendo raddoppiando durante la crisi. Sono tutti italiani? No, e su questo i sovranisti del prima gli italiani dovrebbero riflettere perché non ci sono solo italiani. Chi si riempie la bocca con la storia dei 5 milioni di poveri dimentica infatti di aggiungere che il 30% di tutte le famiglie (una su quattro) che vivono in povertà assoluta nel nostro Paese non è italiana e che un povero su tre in Italia è di origine straniera.

Quando Rinaldi dice che in Italia ci sono milioni di famiglie povere fa un po’ di confusione perché si tratta (sempre dati Istat) di 1 milione e 778 mila famiglie residenti all’interno delle quali vivono 5 milioni e 58 mila individui. Stiamo parlando sempre di persone che vivono sotto la soglia di povertà assoluta, cosa ben diversa da chi invece vive al di sotto della soglia di povertà relativa. In entrambi i casi si parla di povertà ma i numeri (e i redditi) sono diversi. Forse l’economista della Lega fa di tutta l’erba un fascio perché il governo Conte ha abolito ogni forma di povertà già sei mesi fa.

Rinaldi e la Chiesa non si occupa abbastanza di poveri

Non sfuggirà certo a Rinaldi che il problema non è quello che hanno fatto i governi precedenti ma quello che sta (o non sta) facendo il governo attuale. E l’occupazione dello stabile dove è intervenuto l’Elemosiniere del Papa si protrae dall’ottobre del 2013 ed è responsabilità del Comune di Roma. Ma il candidato della Lega sostiene che il problema in questo caso sia la Chiesa: «vorrei sapere perché lo stesso Cardinale o chi per lui la stessa cosa non l’ha fatta nei confronti dei milioni e milioni di famiglie italiane che da anni sono in quelle situazioni».

rinaldi cardinale elemosiniere poveri - 3

Ed è ovviamente colpa dei giornali perché la notizia esce solo oggi mentre «fino a ieri non c’è stata la stessa sensibilità nei confronti dei poveri». Non c’è stata sensibilità del Vaticano nei confronti dei poveri, chiede Serena Bortone e la risposta di Rinaldi è «certo». Insomma la Chiesa “scopre” i poveri per attaccare la Lega e il governo mentre prima quando al governo c’erano gli “altri” non ha mai fatto nulla.

rinaldi cardinale elemosiniere poveri - 5
Rinaldi con il coordinatore regionale di CasaPound per il Lazio Mauro Antonini

Quando Simona Bonafè gli chiede come mai lo stabile occupato da CasaPound non rappresenta un problema – nonostante le centinaia di migliaia di euro di bollette non pagate – Rinaldi risponde che è di competenza di altri. Chissà perché,  forse perché spesso Rinaldi è stato ospite degli eventi organizzati dai fascisti del terzo millennio?

rinaldi cardinale elemosiniere poveri - 4

«Sono certo che il Cardinale ora troverà una soluzione abitativa per quelle persone, magari aprendo conventi» spiega Rinaldi dimenticando che quel palazzo era abbandonato da vent’anni e che queste soluzioni dovrebbe trovarle il governo e il Comune di Roma. Il Vaticano è intervenuto proprio a causa dell’inadeguatezza delle istituzioni italiane, non per fare un dispetto a Salvini o a Rinaldi che invece la butta in caciara dicendo «ma lo volete capire che la gente è arrabbiata». E sarà anche vero che certi italiani sono arrabbiati, arrabbiati perché sono poveri o non hanno un lavoro e arrabbiati contro altri poveri o i migranti perché la Lega soffia proprio sul fuoco di quella rabbia. Ed è proprio quello che risponde Adriana Domenici, suora laica che si occupa dell’emergenza abitativa a Roma ricordando all’economista Rinaldi che la Chiesa già aiuta milioni di persone che vivono per strada.

Leggi sull’argomento: Cosa c’è dietro la guerra di Salvini al Vaticano