Rassegna Stampa

Ve lo ricordate Gianni Alemanno? Ora è pronto a correre alle elezioni con Paragone

neXt quotidiano|

Gianni Alemanno candidato Italexit

Scorrendo lungo le liste elettorali che Italexit potrebbe presentare (il condizionale è d’obbligo, visto che deve raccogliere ancora le firme necessarie e la scadenza è imminente) alle elezioni Politiche del prossimo 25 settembre, si trovano nomi che nulla hanno a che fare con la vecchia politica parlamentare: da Stefano Puzzer a Nunzia Alessandra Schilirò. A questo parterre de rois potrebbe aggiungersi, a breve, anche l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno che già sta dando una mano a Gianluigi Paragone.

Gianni Alemanno pronto a candidarsi con Gianluigi Paragone e Italexit

L’indiscrezione arriva dalle pagine de il quotidiano La Repubblica. Lì viene raccontato come l’ex primo cittadino della capitale sia in rotta – da tempo – con il suo ecosistema politico, cioè quello rappresentato dalla zona più destrorsa di Fratelli d’Italia, gli eredi naturali di quell’Alleanza Nazionale in cui Gianni Alemanno si riconosceva. E i motivi sono molti, a partire dalle visione diametralmente opposta sul posizionamento in merito al conflitto in Ucraina.

Perché Alemanno, a differenza della linea scelta da Giorgia Meloni, si è sempre detto contrario all’invio di armi a Kyiv. Una posizione analoga a quella di Gianluigi Paragone. E qui le due storie politiche si intrecciano. L’ex sindaco di Roma, infatti, starebbe collaborando proprio con Italexit per la raccolta delle firme necessarie per poter presentare le liste elettorali in vista delle elezioni del 25 settembre. Una impresa molto difficile e non solo per via dei tempi ristretti.

Ovviamente, per il momento, questa corsa fianco a fianco non è ancora stata ufficializzata dai diretti protagonisti. Ma la comunione di intenti sembra essere ben avviata e le strade potrebbero uniformarsi verso un tentativo di dare vita a un movimento politico che non contenga solo facili allucinazioni mediatiche (come gli avamposti del mondo no vax), ma anche personalità che hanno sempre fatto politica nelle aule e nelle istituzioni.