Tecnologia

«La Russia vuole validare un vaccino per COVID-19 entro il 10 agosto»

La CNN scrive che la Russia punta al 10 agosto per l’approvazione del vaccino in modo da essere il primo paese al mondo a compiere questo passo nonostante le preoccupazioni sulla sua sicurezza ed efficacia

gamaleya vaccino russia coronavirus

La Russia vuole approvare un vaccino per il Coronavirus SARS-COV-2 e per COVID-19 a cui sta lavorando da tempo l’istituto nazionale di ricerca russo Gamaleya. La CNN scrive che il preparato è stato inviato al dipartimento competente del ministero della Salute per la valutazione degli esperti e ci si aspetta che la sua registrazione avvenga tra il 10 e il 12 agosto. Secondo fonti della Cnn, la Russia punta al 10 agosto per l’approvazione del vaccino in modo da essere il primo paese al mondo a compiere questo passo, “nonostante le preoccupazioni sulla sua sicurezza ed efficacia”.

«La Russia vuole validare un vaccino per COVID-19 entro il 10 agosto»

Si tratta dello stesso vaccino che, secondo Bloomberg, era stato somministrato negli scorsi mesi a decine e decine di membri dell’élite e del mondo degli affari russi: è stato finanziato dal fondo di investimento diretto russo statale e sostenuto dai militari, a metà luglio ha completato un processo di sperimentazione in fase 1 che coinvolge personale militare russo. L’istituto non ha pubblicato risultati per lo studio, che ha coinvolto circa 40 persone, ma ha iniziato la fase successiva di prove con un gruppo più ampio. Kirill Dmitriev, capo del fondo sovrano russo, che finanzia la ricerca russa sui vaccini, ha paragonato il vaccino allo Sputnik, ovvero al primo satellite artificiale che l’Unione Sovietica mandò in orbita intorno alla terra battendo sul tempo gli americani. Ma la Russia non ha rilasciato dati scientifici sui suoi test sui vaccini e la CNN non è in grado di verificarne la sicurezza o l’efficacia dichiarate. I critici sostengono che la spinta del paese a favore di un vaccino provenga dalla pressione politica del Cremlino, che vuole rappresentare la Russia come una forza scientifica globale. Anthony Fauci nei giorni scorsi aveva detto che il vaccino di Moderna su cui hanno investito gli Stati Uniti potrebbe essere pronto per ottobre.

gamaleya vaccino russia coronavirus

Anche il preparato di AstraZeneca su cui ha investito l’Unione Europea è in una fase avanzata di test, ma il presidente dell’IRBM di Pomezia che partecipa allo sviluppo ha detto che la prima data utile per la commercializzazione potrebbe essere gennaio 2021. Il vaccino russo, secondo CNN, deve ancora completare la seconda fase di sviluppo ma gli operatori russi sostengono di poter condurre la terza fase in parallelo con la vaccinazione degli operatori sanitari. Secondo i russi il vaccino è stato sviluppato così rapidamente perché è una versione modificata di uno creato per combattere altre malattie. Il ministero della Difesa russo ha affermato che alcuni soldati russi si sono offerti volontari nelle prove sull’uomo. Attualmente in Russia ci sono 800mila positivi al Coronavirus. Il vaccino utilizza vettori di adenovirus umani che sono stati indeboliti in modo da non replicarsi nel corpo. A differenza della maggior parte dei vaccini in fase di sviluppo, si basa su due vettori, non su uno, e i pazienti riceverebbero una seconda dose di richiamo.

Leggi anche: Cosa c’è dietro la storia dei tunisini con il barboncino sbarcati in Sicilia