Opinioni

Quanto guadagnerà Renzi dal documentario con Lucio Presta

Nei giorni scorsi si è molto parlato dell’esordio in tv di Matteo Renzi come conduttore di un documentario su Firenze prodotto dal suo grande amico Lucio Presta. Si era anche parlato della possibilità di vedere la trasmissione tv su Mediaset, ma un articolo di Emilia Patta sul Sole 24 Ore spiega che Presta è in trattativa con Mediaset in Italia ma anche con altre emittenti in altri Paesi, a cominciare dalla Francia. Il prodotto confezionato dalla società di Presta, Arcobaleno 3, è infatti pensato soprattutto per un pubblico internazionale. È in ogni caso confermato che Renzi vestirà il ruolo del narratore, “con uno stile che potrebbe ricordare Alberto Angela ma anche Philippe Daverio, e racconta – tutto in esterni, non in studio – la storia e la cultura della sua città partendo da una serie di luoghi simbolo”.

lucio presta matteo renzi

Il quotidiano fornisce però una stima del compenso per la trasmissione: dovrebbe ammontare ad alcune centinaia di migliaia di euro, anche se tutto è ancora in via di definizione. Infine, due parole sul taglio del documentario:

Ma chi si aspetta un Renzi nelle vesti di storico dell’arte che illustra le bellezze di Firenze resterà deluso. Il senso della serie tv non è questo. O almeno non solo questo, dal momento che ci saranno anche informazioni sulle opere d’arte e sui monumenti.

«Questo progetto parte da un’esigenza civile. Firenze diventa Firenze perché scommette sull’apertura contro il protezionismo, perché accoglie gli stranieri e protegge gli ultimi, perché investe sulle periferie e sull’inclusione sociale», spiega Renzi a chi in questi giorni gli chiede informazioni sulla serie tv.

Insomma, è un lavoro sui valori e la cultura contro la superficialità e gli slogan dei politici al potere oggi.

Leggi sull’argomento: La foto del boss Giuseppe Corona con Di Maio e Cancelleri