Opinioni

Gloria Cuminetti: l’attacco dei sovranisti all’attrice colpita da un marocchino (e la sua grande risposta)

L’attrice Gloria Cuminetti ieri è stata colpita con un pugno da un cittadino marocchino a Torino poi fermato con il taser in via Cecchi dai militari del Nucleo Radiomobile, chiamati da alcuni passanti che hanno assistito alla scena. La donna, ferita da un pugno al volto, ha trascorso la notte in ospedale mentre a lui, arrestato per lesioni gravi e resistenza a pubblico ufficiale, è stata diagnosticata un’agitazione psicomotoria e abuso di cannabinoidi.

gloria cuminetti

La Cuminetti però è puntualmente finita sul rogo su internet perché ravanando nel suo profilo i sovranisti hanno trovato un post da lei condiviso in cui protestava per il decreto sicurezza bis. Maria Giovanna Maglie, che doveva avere una striscia di informazione dopo il TG1 quando comandavano Lega e M5S ma, dopo aver “scoperto” il complotto di Sanremo dietro la vittoria di Mahmood è stata giubilata, ha scritto: “Ora, uno può riflettere sul destino senza essere accusato di essere un hater?”.

gloria cuminetti 1

Ma lei al Corriere della Sera ha tenuto a far sapere di aver compreso la differenza tra un cittadino marocchino e l’intero continente africano: «Erano le 18.50 quando ho notato una persona che veniva in direzione opposta — racconta Cuminetti—.Urlava ripetendo sempre la stessa frase, penso in arabo. Ma non vorrei che questo dettaglio desse adito a strumentalizzazioni, perché non tollero un certo clima di odio razziale». E ancora: «Io non ho paura. È un fatto,è capitato. Odio le polemiche razziste. Domani è un altro giorno: continuerò a vivere qui, magari mi sposterò in bici, così nessuno mi potrà fermare e rompere le scatole».

Leggi anche: Gloria Cuminetti: l’attrice presa a pugni senza motivo a Torino

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente