Fact checking

Il programma di Giancarlo Cancelleri e il mistero del reddito di cittadinanza

cancelleri sicilia m5s reddito di cittadinanza - 4

Ci sono politici che una volta eletti si rimangiano le promesse fatte in campagna elettorale e ci sono politici come Giancarlo Cancelleri, che le promesse se le rimangiano ancora prima di andare alle urne. Da qualche mese Cancelleri è impegnato in un lungo tour per la Sicilia in compagnia del candidato premier del M5S Luigi Di Maio. Dopo aver rivelato alcuni elementi chiavi della futura giunta a 5 Stelle Cancelleri ha fatto luce sul programma con il quale il MoVimento punterà a cambiare la Regione.

«Non c’è nel nostro programma quel milione di posti di lavoro di truffaldina memoria»

C’è però un piccolo, insignificante particolare: nei dieci punti principali del programma di governo del MoVimento 5 Stelle in Sicilia è scomparso il reddito di cittadinanza. Tra le idee di buon senso che il M5S vuole seminare in Sicilia per “far rinascere il lavoro ed estirpare finalmente la disoccupazione”. Nel programma pentastellato si parla di accesso agevolato al credito per le imprese e le start-up, di politiche giovanili innovative con la creazione di un apposito assessorato (non proprio una novità) oppure promuovendo un migliore utilizzo delle risorse comunitarie. E ancora: azioni per sostenere i lavoratori e le lavoratrici, semplificazione normativa per l’avvio di nuove imprese e l’istituzione della figura del “lobbista del cittadino” a Bruxelles. Ma come, proprio i 5 Stelle che sono così contrari alle lobby? Ebbene sì.
cancelleri sicilia m5s reddito di cittadinanza - 3
Tra i primi dieci punti, che immaginiamo essere stati scelti per la loro importanza, non si fa menzione del reddito di cittadinanza. Eppure all’indomani della sua incoronazione a candidato Presidente Cancelleri aveva detto al Corriere della Sera che il reddito di cittadinanza era una delle priorità del suo programma:

Ma che cosa farete in caso di vittoria alle elezioni? 
«Oltre al reddito di cittadinanza, le priorità sono sanità, infrastrutture, imprese. Vogliamo abbassare le tasse regionali. Con i tagli alla politica finanziare borse di studio per giovani laureati. Possono fare il praticantato in Regione».

E il reddito di cittadinanza è da sempre un cavallo di battaglia dei 5 Stelle sia a livello locale che nazionale. E qualcuno ricorderà il recente intervento televisivo di Carla Ruocco che ci spiegava che il M5S aveva un piano geniale per abolire la Fornero e introdurre il reddito di cittadinanza.
cancelleri sicilia m5s reddito di cittadinanza - 1
Ecco ad esempio cosa diceva Cancelleri nel settembre del 2016:

Noi inizieremo con un’analisi precisa delle finanze regionali, con l’aiuto della Corte dei conti, e poi dall’introduzione del reddito di cittadinanza per andare incontro a molti concittadini che nelle loro condizioni non riescono a farcela e vivono un dramma disperante, nei confronti del quale la politica non è stata in grado di far nulla.

Ma forse per capire come mai il reddito di cittadinanza non fa più – per ora – parte del programma elettorale di Cancelleri bisogna soffermarsi su quel “no a ricette miracolistiche o trucchi“. Forse che anche i 5 Stelle si sono resi conto che in una regione indebitata come la Sicilia l’introduzione del reddito di cittadinanza è un mero trucchetto elettorale? Si possono fare anche altre ipotesi: Cancelleri si riserva di sfoderare il reddito di cittadinanza a tempo debito, per convincere anche gli indecisi. O in alternativa il candidato Presidente si aspetta che il provvedimento venga approvato da un eventuale governo nazionale guidato da Di Maio