Politica

Dibba fa il falegname? Di Maio lo sostituisce con Paragone

gianluigi paragone istigazione a delinquere

Ieri Alessandro Di Battista ha annunciato che tra corso di falegnameria a Viterbo e viaggio in India appena programmato non ha tempo di candidarsi alle elezioni europee con il MoVimento 5 Stelle. Ed Emanuele Buzzi, giornalista del Corriere della Sera di solito informatissimo sul mondo grillino, fa sapere che Luigi Di Maio ha intenzione di sostituirlo con Gianluigi Bombatomica Paragone, che giusto l’altroieri si lamentava dei Poteri Forti che volevano ostacolare la Commissione Banche:

Dietro al video ci sono settimane di riflessione, di confronto (anche a tratti teso) con i vertici pentastellati. Negli ultimi giorni la svolta: i contatti continui (anche quando era negli Stati Uniti) con Di Maio. E al rientro dalla trasferta americana, l’incontro tra il capo politico e l’ex deputato. Un passaggio per spiegare motivazioni e chiarire gli orizzonti.

Tant’è che la decisione di Di Battista di non candidarsi viene rilanciata quasi contemporaneamente dal vicepremier: «Lo ringrazierò sempre per la mano data e per la mano che ci darà, continuerò a sentirlo per consigli e per scambiare opinioni», commenta. E poi volta pagina: «Il Movimento continuerà ad andare avanti realizzando tutti i punti del programma».

alessandro di battista

Il leader 5 Stelle sta studiando già la campagna per le Europee. E prepara anche le contromosse per l’assenza di Di Battista. L’ipotesi che prende corpo nelle ultime ore è quella di un nuovo frontman per le piazze (e per attaccare la Lega).

L’identikit porta al nome di Gianluigi Paragone, senatore in pole per la presidenza della Commissione d’inchiesta sulle banche. Una chance che permetterebbe al Movimento di mantenere la sua doppia anima, di piazza e di governo.

Leggi anche: Michela Morellato: le chat della moglie del soldato con il generale