Fact checking

Dario Miedico: un altro medico anti-vaccini a rischio radiazione

dario miedico

È attesa nei prossimi giorni la sentenza dell’Ordine dei medici di Milano in merito al procedimento disciplinare aperto a gennaio a carico di Dario Miedico, epidemiologo di 77 anni ascoltato ieri dalla commissione disciplinare dell’Ordine, a cui è iscritto da 51 anni, per le sue posizioni considerate contrarie alle vaccinazioni. Noto per le sue apparizioni televisive e radiofoniche e per la sua vicinanza al Comilva (Coordinamento del movimento italiano per la libertà di vaccinazione), Mielico è stato ascoltato per circa un’ora e mezza e al termine dell’interrogatorio ha detto di non aspettarsi di essere radiato, come è successo invece il mese scorso al cardiologo Roberto Gava, radiato dall’Ordine di Treviso.

Dario Miedico: un altro medico anti-vaccini a rischio radiazione

L’Ordine milanese ha spiegato in un comunicato che non potrà in alcun modo rendere note le sue decisioni finché “non saranno definitive e comunicate agli interessati”. In altri tempi Miedico ha spiegato, come tutti, di non essere contro le vaccinazioni ma di essere contro l’obbligo: “La mia posizione non è contro le vaccinazioni ma contro l’obbligo di legge. Sono per la libertà di scelta ma soprattutto sono per una corretta informazione che consenta alle famiglie di scegliere consapevolmente fra rischi e benefici ed infine sono per garantire il risarcimento a chi ha optato comunque per la vaccinazione e ne ha subito gli effetti avversi”. Dario Miedico però, è così tanto “per la corretta informazione” che in quasi tutti i risultati di ricerca che si trovano su Google sembra piuttosto impegnato a dimostrare di essere contro i vaccini. Ad esempio in questa lettera aperta pubblicata su Condav.it Miedico cita come “autorevole fonte”, lui che è per la “corretta informazione”, la ricerca bufala di Wakefield:
dario miedico vaccini
Un modo alquanto curioso di promuovere la corretta informazione sui vaccini. In più, nella lettera stessa Miedico si vanta di essere il consulente medico legale che ottenne dal tribunale di Rimini la condanna per il ministero della Salute in una causa su vaccini e autismo. Ebbene, tanto vale ricordare che quella sentenza venne cancellata dall’Appello:

La corte ha nominato un consulente tecnico d’ufficio, il dottor Lodi, che ha letteralmente demolito le ragioni del giudice del lavoro. Intanto, si legge nella sentenza, il medico “ha segnalato in modo minuzioso la non pertinenza e la non rilevanza degli studi in essa citati”. Il consulente della famiglia ha presentato le ricerche del medico inglese Wakefild, autore di un discusso articolo su Lancet sui collegamenti tra vaccini e autismo, che poi venne ritirato. “Sono studi irrilevanti  –  ha scritto il perito  –  smentiti dalla comunità scientifica”.
Inoltre “nella storia clinica del bambino non c’è un’oggettiva correlazione temporale tra la progressiva comparsa dei disturbi della sfera autistica e il vaccino Mpr, vi è solo il fatto che i due eventi avvengano uno prima e uno dopo, ma come dimostrato, ciò non è sufficiente a mettere in relazione i due eventi “

La sentenza per Dario Miedico

Miedico ha spiegato nel gennaio scorso in una lettera all’ordine dei medici la sua posizione sulle vaccinazioni. Lui ha detto a Repubblica di attendersi la radiazione: : “Sono soddisfatto perché ho potuto esporre le mie opinioni. Ma sono anche consapevole che, dopo il decreto sull’obbligatorietà dei vaccini approvato dal governo, la mia radiazione è il modo per terrorizzare tutti i medici che esprimono idee diverse e controcorrente”


Miedico è assistito dall’avvocato Laura Mara di Busto Arsizio. Anche per lui, in caso di “sentenza” sfavorevole, partirà poi l’appello davanti a una commissione del ministero della Sanità.

Leggi sull’argomento: Vaccini e antivaccinisti: come Roberto Gava ha cambiato idea