Tecnologia

Come hanno preso i grillini l’arresto di Marcello De Vito

de vito arance raggi corruzione - 20

«NON ABITUIAMOCI MAI AI LADRI» così scriveva – caps lock compreso – il Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito in un post su Facebook del 2015. Ed è su Facebook che i simpatizzanti e gli attivisti del M5S commentano la notizia dell’arresto di De Vito con l’accusa di corruzione. Lo fanno soprattutto nei commenti all’ultimo post pubblicato dal consigliere comunale pentastellato, che con una certa ironia della sorte, è una foto con un cesto di arance.

Il senso dei pentastellati per l’onestà (che andrà di moda)

Ma come hanno preso i grillini la notizia dell’arresto di De Vito? Come è noto i 5 Stelle hanno generalmente due reazioni pavloviane quando ad essere indagato o arrestato è uno dei loro. La prima è quella garantista di “leggere le carte”. La seconda è quella di chiedere “la testa” del traditore. Non si è fatta attendere la reazione dei vertici del MoVimento 5 Stelle che hanno prontamente scaricato De Vito.

de vito arance raggi corruzione - 21

 

Vittorio Di Battista ha definito su Facebook “una coltellata” la notizia dell’arresto. Il Capo Politico del M5S Luigi Di Maio invece ha già fatto sapere che il presidente dell’Assemblea Capitolina “è fuori dal M5S“. La vicenda quindi è chiusa, dal momento che De Vito non fa più parte del partito anche oggi le “mele marce” sono state allontanate dal cesto e gli honesti possono dormire sonni tranquilli.

de vito arance raggi corruzione - 9

L’allontanamento dell’indagato o dell’arrestato di turno funziona anche come meccanismo di rimozione psicologica perché consente di poter dire fregnacce come: «noi quando ci accorgiamo che uno dei nostri è corrotto lo cacciamo». Peccato che ad accorgersene non siano stati i vertici e i meccanismi di controllo interni al MoVimento, e nemmeno gli altri eletti o gli attivisti. Ad accorgersene è stata la magistratura.

de vito arance raggi corruzione - 17

In attesa di vedere se De Vito sarà processato ed eventualmente condannato in modo da diventare il primo pentastellato ad essere giudicato in base allo Spazzacorrotti va in scena lo psicodramma grillino. Di Maio ha già emesso la condanna, anzi forse è convito che lo abbia già fatto la magistratura. La sindaca di Roma Virginia Raggi invece ricorre ancora alla vecchia formula di rito dei 5 Stelle e fa sapere di avere “piena fiducia nella magistratura e nel lavoro dei giudici”. Curiosamente nessuno dei due aggiunge cose come siamo certi dell’innocenza di Marcello. Che brutta fine.

I grillini preoccupati dalla figuraccia “sui media” se ne fregano della corruzione

L’onestà viene prima di tutto, dicevamo. Ma il problema principale sembra essere un altro: il famigerato danno d’immagine per il MoVimento. Certo, i famosi anticorpi anticorruzione sono entrati in funzione alla perfezione (anche se dopo l’arresto e non prima) ma molti sono preoccupati della guerra mediatica contro il M5S. Un’altra colpa sul capo di De Vito. Le accuse di corruzione diventano un dettaglio. Proprio oggi che il M5S si appresta a salvare Salvini per la seconda volta? Non ci voleva proprio.

de vito arance raggi corruzione - 6de vito arance raggi corruzione - 5

E così mentre Di Maio nel rispetto dei meccanismi della democrazia diretta caccia De Vito senza passare per i probiviri le truppe cercano di tappare il buco. E scatta subito il “e allora il PD???” d’ordinanza. Quello di chi è sempre pronto a guardare nel campo avversario per sentirsi migliore. E del resto De Vito non è mica del MoVimento 5 Stelle, perché dovrebbero preoccuparsi? Si capisce quindi la naturale preoccupazione degli onesti per i disonesti altrui.

de vito arance raggi corruzione - 8

de vito arance raggi corruzione - 2

Eccoli qui, tutti ben allineati e coperti a lamentarsi per i problemi che questa vicenda causerà al MoVimento (quelli per i cittadini di Roma passano rapidamente in secondo piano) e a rivendicare la giusta scelta di Di Maio e a spiegare che “il M5S le mele marce li eliminano, gli altri fanno carriera con questo curriculum”. Ma oltre al fatto che al momento De Vito è innocente (sempre se vogliamo essere garantisti) non si può dimenticare che De Vito di carriera ne ha fatta.

de vito arresto corruzione m5s chi è - 8

E ne hanno fatta anche la moglie e la sorella. Vi ricordate cosa è stato detto di quando la moglie di Renzi vinse il concorso per diventare insegnante di ruolo? Ve lo ricordiamo noi. Ma il problema naturalmente sono i media, i giornaloni (maledetti vi toglieremo i finanziamenti pubblici) che ora non faranno altro che parlare di De Vito.

de vito arance raggi corruzione - 10

Involontariamente qualcuno che dice la verità c’è: la differenza tra il M5S e gli altri partiti politici non è l’assenza di corrotti (stupidi noi che pensavamo fosse così) ma il fatto che non appena vengono arrestati dei presunti corrotti il Capo Politico li caccia dopo un paio d’ore.

de vito arance raggi corruzione - 16de vito arance raggi corruzione - 14

Ma quindi qual è il vero crimine di De Vito, la corruzione o l’aver sporcato l’immagine del MoVimento? I grillini hanno le idee chiare, è la seconda. Scrive un utente sulla pagina di Di Maio che il presidente dell’Assemblea Capitolina «Poteva scegliere la lega il pd o forza Italia invece ha tradito il Movimento ed è per questo che va punito duramente… Come capo politico devi chiedere i danni a questo soggetto». «Sicuramente farà parte del PD, come quella merda di Pizzarotti.. solo lì possono fare strada le mele marce» scrive un altro grillino mentre fa tintinnare le manette. Sono passate poche ore e già De Vito viene accusato di essere un infiltrato. Perché è sempre meglio negare l’evidenza che essere onesti e affrontare le conseguenze.

 

Leggi sull’argomento: Il sistema De Vito