Tecnologia

La storia di Angelo Fazio: cosa succede quando un patridiota incontra la legge

angelo fazio fake news diciotti manifestanti pagati - 3

La quotidiana battaglia contro buonisti e immigrazionisti si arricchisce con un altro fantastico capitolo. Non solo le Ong “taxi del mare” sono in combutta con gli scafisti e pagate da Soros. Ci sono anche i “boldriniani” che vogliono riempirci di immigrati. E anche loro sono pagati per portare avanti l’agenda del Piano Kalergi. La prova? L’ha scoperta il signor Angelo Fazio che il 26 agosto su Facebook ha pubblicato lo scoop dell’anno: i manifestanti che il 25 agosto hanno protestato a Catania contro il trattenimento dei migranti a bordo della Diciotti sono stati pagati.

La storia dei manifestanti pagati 200 euro per protestare contro Salvini

Da sempre chi critica la Lega o il MoVimento 5 Stelle viene accusato di essere a libro paga di qualcuno, a volte è il PD altre volte il mandante rimane nell’ombra. Abbiamo avuto i troll del PD pagati un tanto a commento ma mai prima d’ora siamo venuti a conoscenza di quanto fruttasse l’opposizione ad un governo del Cambiamento. Angelo Fazio lo ha scoperto e in un post ora rimosso (così come il suo profilo Facebook) ci faceva sapere che «i famosi buonisti al porto di Catania si sono ritrovati 200 euro a testa». A rimarcare il fatto che non si trattasse né di una battuta né di uno sfogo Fazio in un commento rivelava che la notizia esclusiva gli era stata data da «un caro amico ex PD».

angelo fazio fake news diciotti manifestanti pagati - 1

 

Prima di essere cancellato il post anti-buonista ha ottenuto quasi ottomila condivisioni. Ed è stato a quel punto che per Fazio sono iniziati i problemi. Perché mentre lui “denunciava” il crimine buonista su Facebook qualcuno ha pensato di denunciare il signor Fazio per la diffusione della fake news.

angelo fazio fake news diciotti manifestanti pagati - 4

Lo ha fatto la CGIL di Catania che ha annunciato l’intenzione di procedere per vie legali contro l’autore del post su Facebook secondo il quale i partecipanti alla manifestazione dei giorni scorsi a Catania, a sostegno dei migranti della nave “Diciotti” sarebbero stati pagati 200 euro a testa: «la Cgil e il suo segretario generale, Giacomo Rota, hanno già contattato il legale e segnalato il fatto alla Digos. È offensivo e lesivo della dignità di migliaia di persone che agiscono in buona fede, utilizzare fake news per tentare di disinformare chi non ha gli strumenti necessari per distinguere il vero dal falso».

Tutti quelli del complotto dei buonisti pagati da Soros (e dal PD)

Coraggiosamente Fazio ha deciso di oscurare il suo profilo, senza ammettere l’errore, scusarsi o spiegare che quella che ha raccontato, con tanto di fonte “piddina” era una bufala colossale. C’è anche chi lo difende, spiegando che ha sbagliato ma lo ha fatto in buona fede perché non sa che quei buonisti non hanno affatto bisogno di essere pagati perché sono i classici personaggi col cuore a sinistra e il portafoglio a destra. Insomma a quelli che erano a Catania i 200 euro per la partecipazione alla manifestazione non avrebbero fatto né caldo né freddo, perché sono tutti “mediamente pieni di soldi”, con “il portafoglio a mantice” e “figli di papà”. Anche di queste affermazioni – così come di quelle di Fazio – non c’è uno straccio di prova.

angelo fazio fake news diciotti manifestanti pagati - 2

E dal momento che Fazio non si è scusato né ha smentito la bufala ha continuato a circolare sotto altre forme. C’è addirittura chi afferma di aver sentito la notizia dei manifestanti della “18i” (Diciotti) pagati 200 euro “dal PD” durante un telegiornale e che “è stata aperta anche un’inchiesta”.

angelo fazio fake news diciotti manifestanti pagati - 5b

Qualcun altro ha scoperto che a pagare è stato Soros che “sta investendo milioni per rendere gli italiani schiavi”. Mentre qualcun altro afferma che la fonte della notizia è “un appartenente al corpo PS”.

angelo fazio fake news diciotti manifestanti pagati - 6bangelo fazio fake news diciotti manifestanti pagati - 7b

Insomma che i manifestanti di Catania siano stati pagati lo sanno a quanto pare tutti. Nessuno però è in grado di produrre una prova. E mentre i patridioti se la prendono con i buonisti pagati 200 euro Matteo Salvini ha acconsentito affinché i migranti della Diciotti venissero ospitati su strutture di accoglienza sul sacro suolo italiano. Ieri molti italiani hanno appreso con un certo sconcerto di essere “stati fregati” dal Papa e dalla CEI. I cento migranti della Diciotti che secondo Salvini e Conte erano stati accolti “dalla Chiesa” in realtà verranno ospitati in centri di accoglienza sul territorio italiano e quindi vivranno in mezzo ai cittadini italiani esattamente come tutti gli altri migranti ospitati in Italia. Ma naturalmente anche quello è un piano malefico dei buonisti. Quante cose si riescono a fare con duecento euro!

Leggi sull’argomento: Diciotti, così Salvini e Conte rimarranno fregati anche sull’Albania