Opinioni

Anche per Fabio Fucci la regola dei due mandati nel M5S non va

La regola del limite di due mandati “non si concilia” con il buon governo e “ormai è un problema che spero venga affrontato presto, anche perché sarò il primo a esserne colpito”. A parlare in un’intervista al Foglio è Fabio Fucci, il sindaco di Pomezia nell’occhio del ciclone per l’endorsement a Valentina Corrado, la consigliera M5S candidata alle regionarie nel Lazio. Fucci è stato eletto nel 2011 in Consiglio comunale e due anni dopo divenne sindaco di Pomezia. “Ecco, la mia possibilità di fare politica nel Movimento finisce qui”. E a chi lo accusa di pensare al suo tornaconto Fucci risponde: “Se pensassi al mio tornaconto obbedirei e chiederei un incarico tecnico, non elettivo, aggirando la norma. Invece voglio aprire un dibattito per rimuovere una regola ormai anacronistica”. “E un principio che risale alla fondazione del Movimento – aggiunge – quando aspiravamo a eleggere qualche consigliere comunale. Adesso puntiamo a governare. Le regole devono cambiare”.
pomezia condono sanatoria fucci sbizzera - 3
Nell’intervista c’è spazio anche alle ultime polemiche riguardo il suo endorsement a Valentina Corrado: “Non rispondo agli insulti della Lombardi. Faccio a tutti i candidati gli auguri per il loro futuro”. E al futuro lei non ci pensa? “Dopo tutto quello che le ho detto verrò sicuramente espulso”. Nel settembre scorso era stato Alessandro Di Battista a sostenere che la regola dei due mandati dovesse essere interpretata come “dieci anni di mandato”.