Politica

Virginia Saba, Luigi Di Maio e i biglietti del Teatro a scrocco

virginia saba luigi di maio biglietti teatro a scrocco

Virginia Saba, nuova fidanzata di Luigi Di Maio, dopo l’esordio al Teatro dell’Opera per Orfeo e Euridice si trova già a doversi difendere su Facebook. L’accusa, che arrivava dal settimanale Oggi, era di aver presenziato alla prima con biglietti gratuiti:

So che magari pensare male è la tentazione, anche perché non pagare, quando si può, è stata prassi per troppo tempo. Ma noi abbiamo acquistato i biglietti con grande piacere, per viverci questo momento magico in maniera normale, dalle uniche poltroncine laterali rimaste.

Credo che il lavoro di tutti vada riconosciuto e pagato, ancor di più quando si tratta di opere dal valore immenso come in questo caso.

Mi piacerebbe vivere in un Paese in cui non ci fosse bisogno neanche di precisare che abbiamo acquistato il biglietto per vedere Orfeo ed Euridice. E ci tengo a dire che anche prima di conoscere Luigi non ho mai usato il mio tesserino da giornalista per sconti o scorciatoie.

virginia saba luigi di maio biglietti teatro a scrocco

C’è però un problema. Negli scatti pubblicati da Oggi si vede un biglietto con la scritta “stampa” in bella vista. Sembra proprio quello che consegna Saba al bigliettaio del teatro, secondo il racconto fotografico del settimanale.

virginia saba luigi di maio biglietti teatro a scrocco 1

Non è chiaro però se la dicitura “stampa” indichi effettivamente un accredito per i giornalisti (la stampa) o semplicemente sia parte della schermata di acquisto dei biglietti on-line. Giornalettismo ha verificato con l’ufficio stampa del Teatro dell’Opera che conferma la versione data da Virginia Saba su Facebook: «Non abbiamo rilasciato accrediti stampa all’onorevole Di Maio e a Virginia Saba. Di norma li rilasciamo solo ai giornalisti per recensione». Insomma i biglietti sono stati acquistati regolarmente.

Leggi anche: Salvini e Di Maio in missione a carico nostro