Politica

Il sondaggio sul vero sogno degli italiani: il posto pubblico

Tutti vogliono un posto pubblico. Dario Di Vico sul Corriere della Sera racconta oggi i risultati di un sondaggio dell’istituto SWG riguardo i lavori più sognati dagli italiani. L’istituto ha chiesto a un campione di italiani maggiorenni «partendo da quelle che sono le sue reali competenze quale dei seguenti lavori vorrebbe fare maggiormente?». Era possibile dare tre risposte e il sondaggio ha visto trionfare con il 28% l’impiegato pubblico, seguito con il 12% dall’insegnante. E’ interessante poi sottolineare la tendenza: rispetto ad un analogo sondaggio dell’ottobre ‘16 le preferenze per un lavoro nella P.A. sono salite di 13 punti percentuali. In calo di 3 punti la prospettiva di fare l’imprenditore e stessa discesa per un lavoro da commerciante/artigiano. Le professioni liberali ovvero medico, avvocato, commercialista, notaio rimangono in basso nella graduatoria con variazioni poco apprezzabili.

posto pubblico m5s
Il sondaggio sul posto pubblico di SWG (Corriere della Sera, 26 luglio 2018)

Infine, c’è il collegamento tra tempo indeterminato e appartenenza politica:

Chi «pensa che sia fondamentale riuscire ad ottenere un impiego a tempo indeterminato», da una parte, e chi lo reputa «non prioritario», «poco importante» o «non interessante», dall’altra. Ebbene il 58,5% degli elettori dei 5 Stelle crede che sia fondamentale, la percentuale scende al 50% per gli elettori leghisti, cala di un altro gradino al 45% per chi vota Pd e crolla al 29% per gli elettori di Forza Italia. Con questi spunti le riflessioni che si possono fare sono molteplici. La prima, forse scontata, vede una certa sintonia tra l’avanzata grillina e un ritorno verso lo statalismo protettivo.

Leggi sull’argomento: Elin Ersson: l’attivista che ha impedito la deportazione di un richiedente asilo afghano