FAQ

Sondaggi politici, il MoVimento 5 Stelle scende sotto il 13%

@neXt quotidiano|

Giuseppe Conte Sondaggi M5S

Lacerato da tensioni intestine, nonostante il tentativo di “protezione” di Beppe Grillo, il MoVimento 5 Stelle prosegue nella sua caduta libera in termini di consensi popolari. Già le varie elezioni locali avevano evidenziato, nel corso degli ultimi tre anni, quella discesa continua, ma oggi i sondaggi M5S certificano la fine di quel senso di “vento del cambiamento” che aveva portato i pentastellati a imporsi sulla scena politica. Sembrano passati tanti anni, ma era solo il 2018 quando veleggiavano attorno al 33%.

Sondaggi M5S, i pentastellati scendo sotto quota 13%

L’ultima rilevazione fatta da SWG per il Tg di La7, mostra dei dati inequivocabili sulla perdita di appeal pubblico del MoVimento 5 Stelle. Quel 12,8% registrato nell’ultimo sondaggi segna il passo della frattura. Non solo interna. Non solo le tensioni tra Giuseppe Conte, Luigi Di Maio e Virginia Raggi (con tutti gli annessi e connessi). Ma anche quella con quegli elettori che avevano dato fiducia alla rivoluzione pentastellata. I tempi sono cambiati e i sondaggi M5S vanno di pari passo con il caos di quello che, anche per dinamiche, è ormai diventato un partito vero e proprio.

Ma dal sondaggio di SWG emerge anche un altro dato. Fratelli d’Italia torna a scavalcare il PD, fermandosi a quel 21,4% (parliamo di orientamento di voto) che segna un +0,3% rispetto alla scorsa settimana. In lieve flessione i dem, che tallonano il partito di Giorgia Meloni, ma in calo di o,4 punti percentuali rispetto all’ultima rilevazione. Poi c’è la Lega, con Salvini che prosegue continuamente nella sua discesa, seppur a piccoli passi. Stabili, più o meno, tutti gli altri partiti con Italia Viva che recupera mezzo punto percentuale e si attesta, nuovamente, a quel 2,5%. Numeri bassi che, però, non cancellano il peso relativo di Matteo Renzi in questa maggioranza di governo.

(Foto IPP/Fabio Cimaglia)