FAQ

Come richiedere il rimborso a Dazn dopo i disservizi

@neXt quotidiano|

Rimborso Dazn

Si sono mossi tutti: dalle istituzioni (comprese le Autorità garanti) ai politici che hanno trovato modo di fare campagna elettorale anche su questo. I nuovi e vecchi problemi della piattaforma OTT che detiene i diritti di trasmissione di 7 match su 10 per ogni singola giornata del campionato di Serie A (3 sono in co-esclusiva con Sky) hanno fatto imbestialire gli utenti che, dopo quanto accaduto nel corso del primo weekend di partite. E ora che si è mossa anche la Lega di A e l’AgCom, ecco che si muovono i primi passi per ottenere un rimborso Dazn.

Rimborso Dazn, il modulo per richiederlo dopo i disservizi

In attesa che, come richiesto dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, la piattaforme OTT predisponga una pagina più immediata e intuitiva per consentire agli utenti-clienti di procedere più celermente (attraverso un form online e non con una comunicazione via mail con un documento da compilare e allegare), sul sito di Dazn è presente un modulo per chiedere il rimborso, con tanto di istruzioni sul come e quali voci compilare.

Si tratta di tre pagine, scaricabili a questo indirizzo, inserite in un file pdf da compilare a mano. All’interno del modulo andranno inseriti i dati personali, quelli di pagamento e i motivi per cui viene inoltrata la richiesta di rimborso Dazn. Questo un estratto del documento.

Ma non è tutto. Perché nonostante i problemi siano stati riconosciuti dalla stessa azienda, sono molte le domande a cui l’utente deve rispondere per ottenere il suo rimborso. In particolare, troviamo alcuni dettagli che – viste le evidenze – sembrano piuttosto superflui e rallentano solamente la compilazione della scheda.

Insomma, l’utente deve certificare (con tanto di prove visive) di aver riscontrato problemi. Nonostante Dazn stessa si sia scusata per i disservizi nel corso della prima giornata di Serie A. Nonostante l’intervento del governo – per voce della sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport, Valentina Vezzali – e le indicazioni date dall’AgCom. Il tutto, piò dovrà essere inviato via posta elettronica semplice o pec agli indirizzi richiestarimborsodazn@dazn.com o rimborsidazn@legalmail.it.

E vista la complessità per compilare il modulo di richiesta rimborso Dazn, AgCom ha sollecitato l’azienda a snellire questa pratica attivando un canale ad hoc per consentire ai clienti di non dover compiere tutti questi passaggi per ricevere quanto dovuto. Secondo le richieste e gli accordi, infatti, l’emittente OTT dovrà riconoscere una percentuale del 25% a ogni abbonato che ha rilevato i disservizi nel primo weekend di questa Serie A.

(Foto IPP/Paolo Bona)