Politica

Sondaggi, crescono Lega e M5S

sondaggi lega m5s forza italia pd

Il centrodestra si avvicina alla soglia del 40% mancata alle scorse elezioni, che gli avrebbe permesso di raggiungere la maggioranza almeno in una delle due camere. E il MoVimento 5 Stelle cresce a discapito del centrosinistra. Queste le due indicazioni fornite dal sondaggio dell’Istituto Piepoli pubblicato oggi da La Stampa che restituisce una situazione diversa da quella raccontata dalla rilevazione di SWG che raccontava invece di un M5S in calo a causa delle trattative per il governo e della richiesta di alleanza parallela a Lega e Partito Democratico. Nel dettaglio delle intenzioni di voto la Lega continua a crescere e trascina il centrodestra mentre Forza Italia resta stabile – niente travasi di voti alla Lega, quindi – e Fratelli d’Italia perde un po’ in conseguenza della strategia dell’assenza di Giorgia Meloni.

sondaggio piepoli
Il sondaggio dell’Istituto Piepoli per La Stampa (14 febbraio 2018)

Si nota poi che la percentuale di voti persa dal totale del centrosinistra rispecchia più o meno nei dettagli la crescita del M5S, ma il calo di Liberi e Uguali – che finisce sotto la soglia del 3% mettendo a rischio gravemente la sua presenza in Parlamento – fa pensare a una perdita di voti del M5S a vantaggio della Lega e a un contemporaneo recupero dal paniere del centrosinistra e da quello di Liberi e Uguali. Riguardo le preferenze per l’incarico di governo, Luigi Di Maio raccoglie il maggior numero di preferenze arrivando al 33%, seguito da Matteo Salvini e Paolo Gentiloni appaiati con il 23%. Molto staccati dal gruppone di testa arrivano Antonio Tajani e l’impossibilitato Silvio Berlusconi. I cinque nomi per il governo di Mattarella sono avvertiti.

Leggi sull’argomento: Sondaggi, il M5S cala per le trattative per il governo