Politica

Sondaggi elezioni politiche 2018, M5S primo partito ma non basta

sondaggi voto giovani

I sondaggi di Corriere della Sera e Repubblica pubblicati oggi incoronano il MoVimento 5 Stelle come primo partito italiano ma con tendenze differenti: in quello di Ilvo Diamanti per Repubblica i grillini regrediscono rispetto alla quota record del 28,7% raggiunta nel dicembre scorso e a quella del 28,1% del settembre 2017. Nella rilevazione di Nando Pagnoncelli per IPSOS sono invece in crescita di più di mezzo punto percentuale al 29,3%. I numeri di Diamanti confermano anche che il Pd scivola ancora, arrivando al 23%, due punti sotto rispetto al mese precedente, poco più di metà rispetto alle elezioni europee del 2014. Liberi e uguali (Leu) si attesta intorno al 7%, in calo di oltre mezzo punto, nell’ultimo mese. A destra invece Forza Italia cresce ed è vicina al 16% mentre la Lega perde qualcosa, ma resta prossima al 13%. Insieme a FdI di Giorgia Meloni, i partiti di destra raggiungono quasi il 34% confermandosi prima coalizione.

sondaggi m5s 1
I sondaggi di Ilvo Diamanti su Repubblica (27 gennaio 2018)

La rilevazione di Pagnoncelli invece dà il PD in calo al 22,7% così come LeU (-0,3%), mentre Forza Italia cresce e la Lega e FdI continuano a calare. In crescita c’è il solo MoVimento 5 Stelle, che evidentemente beneficia del travaso di voti a sinistra ma non riesce a intaccare la destra, dove Berlusconi prende consensi agli alleati come ogni volta che si va alle elezioni, riuscendo evidentemente a rappresentare e rassicurare gli elettori orientati più delle altre gambe della sua coalizione.
sondaggi m5s
I sondaggi di Nando Pagnoncelli sul Corriere della Sera (27 gennaio 2018)

Interessante anche la ripartizione per età, che ci dice che tra gli ultrasessantacinquenni vanno bene PD e Forza Italia mentre perdono M5S e Lega mentre tra operai e lavoratori esecutivi il M5S ottiene il consenso più elevato superando il 40%, la Lega vanta un risultato superiore alla media sfiorando il 20%, mentre Pd e sinistra sono in sofferenza. I grillini sono il primo partito anche tra le casalinghe mentre Liberi e Uguali ritrova alcune componenti tradizionali della sinistra (pensionati, impiegati e studenti) e, sorprendentemente, gli elettori dei ceti dirigenti sono più numerosi di quelli operai.

Leggi sull’argomento: Sondaggi SWG, il centrodestra arretra