Politica

Conte, le scuole che riaprono a settembre e i congedi straordinari

«Nel decreto in preparazione saranno previste misure specifiche di sostegno per i genitori che hanno figli a casa: congedo straordinario e bonus babysitting».

conte riaperture 3 maggio regole

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha rilasciato oggi un’intervista a Stefano Cappellini e Maurizio Molinari di Repubblica e ha parlato anche del tema della riapertura delle scuole, precisando che non ci sono possibilità che gli istituti riaprano prima di settembre.

Conte e le scuole che riaprono a settembre

Questo ovviamente porterà a una serie di problematiche che riguardano la fase 2 dell’emergenza Coronavirus SARS-COV-2 e COVID-19 a partire dal 4 maggio che dovranno essere risolte. Spiega il premier:

Molti genitori sono sconcertati dall’assenza del tema scuola nelle riunioni e nei documenti del governo o delle task force. Può impegnarsi a garantire almeno la riapertura a settembre?
«La scuola è al centro dei nostri pensieri e riaprirà a settembre. Ma tutti gli scenari elaborati dal comitato tecnico-scientifico prefigurano rischi molto elevati di contagio, in caso di riapertura delle scuole. È in gioco la salute dei nostri figli, senza trascurare che l’età media del personale docente è tra le più alte d’Europa. La didattica a distanza, mediamente, sta funzionando bene. La ministra Azzolina sta lavorando per consentire che gli esami di stato si svolgano in conferenza personale, in condizioni di sicurezza».

Due genitori che lavorano come possono far fronte al problema delle scuole chiuse?
«Nel decreto in preparazione saranno previste misure specifiche di sostegno per i genitori che hanno figli a casa: congedo straordinario e bonus babysitting».

congedo parentale come funziona
Come funziona il congedo parentale (Il Messaggero, 6 marzo 2020)

“Il voucher baby sitter rimane uno strumento, ma non è lo strumento per i prossimi mesi. Stiamo organizzando volontari che possano aiutare i Comuni e le famiglie nella cura e nella custodia dei bambini, spazi aperti per i bambini a distanza di sicurezza”, ha infatti spiegato ieri la ministra della Famiglia, Elena Bonetti, a Sky Tg 24. Ci sarà, ha spiegato, “collaborazione con i Comuni e con le associazioni del terzo settore” per “attivita’ dei bambini in piccoli gruppi con tutte le regole che potranno essere definite”. Bonetti ha confermato che il suo ministero’ “mettera’ almeno 35 milioni” per “un sostegno economico fattivo alle famiglie, un assegno mensile per i figli”, e che vi saranno piu’ giorni di congedo straordinario per i genitori.

Leggi anche: Luigi Brugnaro: il sindaco di Venezia e il bluff delle morti sul Coronavirus