Opinioni

Salvini comanda e Di Maio si arrabbia

Un titolo di Repubblica ha fatto arrabbiare Luigi Di Maio: “Salvini, qui comando io” ha titolato il giornale di Carlo Verdelli l’articolo di Claudio Tito che racconta le tensioni nella maggioranza dietro la foto di Conte e del ministro dell’Interno nella villa di Verdini. La frase, però, non è presente nell’articolo:

Il colloquio tra premier e vicepremier è stato solo un palliativo. Il segretario leghista ne è consapevole. Soprattutto sa di essere a questo punto non il “capitano” ma il “comandante” di questa alleanza nata dieci mesi fa. Il suo peso è cresciuto dal 4 marzo 2018 e ora vuole farlo valere. Vuole essere lui a decidere. Per questo, al di là della propaganda, le porte di una crisi di governo hanno iniziato a materializzarsi. E le chiavi sono nelle mani del ministro dell’Interno. Che vede nelle prossime elezioni europee non solo un test, ma in primo luogo uno spartiacque.

salvini qui comando io

«Mi sono stancato di essere attaccato e soprattutto mi sono stancato che il governo non faccia. Bisogna cambiare passo – è il ragionamento del leader lumbard – dopo le europee nessuno può pensare che si possa andare avanti in questo modo».

“Se fosse vera la frase” attribuita dal quotidiano La Repubblica a Salvini ‘qui comando io’ “sarebbe grave”, ha detto il vicepremier Luigi Di Maio a Rtl 102.5. “Spero la smentisca, se fosse vera non lo riconoscerei”, ha aggiunto. Ma la frase, come detto, non è presente nell’articolo. Che al governo comandi Salvini è un semplice dato di fatto.

Leggi anche: Karim: il tizio che ha insultato la dirigente della Digos Tea Mercoli a Verona

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente