Politica

La versione di Rocco Casalino su Giulia Sarti e Bogdan Tibusche

casalino di martedì tecnici dormire la notte stipendio - 5

Sarti si è probabilmente coperta dietro il mio nome con l’allora compagno, se avessi saputo di questi ammanchi o di giri strani l’avrei immediatamente riferito al Capo politico e ai Probiviri. Io non tutelo i parlamentari, ma il MoVimento, come sanno tutti”. Rocco Casalino oggi a colloquio con il Messaggero ha fornito la sua versione dei fatti riguardo la vicenda di Giulia Sarti e delle accuse all’ex fidanzato Bogdan Tibusche per gli ammanchi nelle restituzioni del MoVimento 5 Stelle scoppiati all’epoca di Rimborsopoli durante la campagna elettorale.

 

Leggi anche: Giulia Sarti, Andrea Bogdan e “l’altra donna”: chat, bugie e Rocco Casalino

 

giulia sarti bogdan andrea tibusche

Intanto Andrea Tibusche Bogdan, l’ex fidanzato della deputata M5s che ieri, dopo la notizia della richiesta di archiviazione da parte della Procura di Rimini della sua denuncia per appropriazione indebita, si è autosospesa dal MoVimento e ha lasciato la presidenza della commissione Giustizia di Montecitorio, annuncia una denuncia per calunnia e una richiesta di risarcimento nei confronti della Sarti.  “Mi riservo di incontrare il mio assistito, che al momento è fuori dall’Italia”, dice il legale di Bogdan, avvocato Mario Scarpa, spiegando che si stanno valutando le due azioni e che al momento queste potrebbero essere indirizzate unicamente nei confronti di lei e non di altri esponenti del M5s. Intanto a Rimini si attende la decisione del Gip sulla richiesta di archiviazione del fascicolo a carico di Bogdan.

EDIT: “La vicenda mi sembra ormai chiarita del tutto”. Così Rocco Casalino, parlando ai cronisti davanti a Palazzo Chigi, torna sulle polemiche successive alle dimissioni di Giulia Sarti da presidente della Commissione Giustizia. “Davanti a diversi testimoni – aggiunge Casalino – ricordo di aver ricevuto la telefonata di Sarti mentre ero al comitato. Visto che lei mi disse che era colpa del compagno, io le risposi di denunciarlo. Tutto qui, avrei fatto lo stesso con chiunque. Lo ha chiarito anche lei stessa: immagino che, avendo un rapporto con il suo fidanzato, ha cercato una scusa. Ma da me – ribadisce il portavoce del premier – ovviamente nessuna richiesta, non c’entro nulla. L’ha raccontato a tante persone, non solo a me, che non era colpa sua ma del suo compagno”.

Leggi anche: La telefonata tra Casalino e Giulia Sarti prima delle dimissioni