Politica

Il deputato M5S che fa fare una figuraccia a Giorgia Meloni sul MES

Ricciardi ha avuto buon gioco nel ricordare che Meloni & Co. avevano accusato il governo di aver già attivato il MES… la settimana scorsa:

Il deputato del MoVimento 5 Stelle Riccardo Ricciardi oggi ha fatto fare una bella figura a Giorgia Meloni e a Fratelli d’Italia, che avevano presentato un ordine del giorno sul Cura Italia che impegnava il governo a non attivare il MES. Ricciardi ha avuto buon gioco nel ricordare che Meloni & Co. avevano accusato il governo di aver già attivato il MES… la settimana scorsa:

salvini-meloni-casapound-firma-mes

Tanto per non sbagliarci, anche Salvini ieri è tornato a blaterare di approvazione del MES senza spiegare che per l’attivazione serve, tra le altre cose, un voto del parlamento:

salvini bufale mes

Ricciardi ha spiegato che quello di Fdi è “un ordine del giorno strumentale, per decidere su uno strumento del genere con lo strumento meno efficace che esiste. Ogni decisione sul Mes verrà presa dentro il Parlamento, ma nei tempi e nei modi consoni a un tema del genere”. Perché “secondo l’opposizione il MES non era già stato attivato? Perché voi lo avete scritto sui vostri profili social. Ma se non è stato attivato, si chieda scusa per aver accusato di alto tradimento il presidente Conte” (lo ha fatto Giorgia Meloni). Poi Ricciardi ha ricordato come è nato il MES (nel 2011, quando al governo c’era Berlusconi e Giorgia Meloni era ministra: è stato votato, come ha detto Giulio Tremonti).

Quindi, se il MES non è evidentemente è stato attivato, come si desume dal vostro ordine del giorno, allora innanzitutto si chieda scusa per aver accusato di alto tradimento il Presidente Conte. Ma non chiedere scusa a noi, ma agli italiani, a cui oggi voi stessi certificate la vostra menzogna con quest’ordine del giorno! Allora, invece di aiutare davvero l’Italia ed essere davvero patriottici, riconoscendo al Presidente Conte un risultato eccezionale, non per sé, ma per gli italiani, buttate là un ordine del giorno completamente strumentale. Cioè, si vuole decidere su un argomento del genere con lo strumento meno efficace che esiste, senza un dibattito serio, così tanto per alzare un polverone. Ma il Presidente e questa maggioranza sono già oltre, Conte l’ha detto in ogni sede e naturalmente anche qui: ogni decisione sul MES sarà presa dentro il Parlamento, nella sua sede naturale, nei tempi e nei modi consoni a un argomento del genere. Punto! E non ha alcun senso esprimere una decisione del genere con un ordine del giorno, se non quello di andare sul social. Io già lo vedo il video, tra un quarto d’ora: hanno attivato il MES! Cioè, per la sesta volta avremo attivato il MES

giulio tremonti firma mes 2

“Non ha senso esprimere una decisione del genere con un ordine del giorno”, ha aggiunto. “Finché il M5s è al governo – ha concluso – l’Italia non accetterà mai uno strumento che le permetta di svendere la propria economia. Per il M5S da sempre è stato uno strumento inadeguato, oggi come ieri”. Per giorni Giorgia Meloni ha tentato un divertentissimo gioco delle tre carte per far dimenticare come è nato il MES, oggi il deputato M5S glielo ha finalmente ricordato: “Il partito di Giorgia Meloni ha ratificato il MES, e che lei non fosse in Aula non è una notizia, visto che è un’assenteista”. Intanto sono stati 7 i deputati M5S che hanno votato a favore dell’odg Meloni. Dalla lettura dei tabulati si tratterebbe di Cabras, Lombardo, Maniero, Nesci, Raduzzi, Vallascas, Vianello. Astenuta Corneli. E Giorgia non l’ha presa benissimo:  “Questo è il voto che si è appena tenuto in Parlamento sull’odg di Fratelli d’Italia che diceva chiaramente “l’Italia non acceda in alcun caso al Mes“. L’ordine del giorno è stato respinto, ovviamente con i voti della sinistra, ma anche con quelli del M5S che anche stavolta tradisce ed esegue gli ordini del Pd. Che vergogna”, ha scritto su Facebook.

Leggi anche: Conte ha approvato il MES? Cosa è successo davvero al Consiglio Europeo