Economia

Reddito, 160 euro a un quarto dei beneficiari

sondaggi m5s

Sarà di 160 euro il massimo dell’assegno per il reddito di cittadinanza percepito per un quarto dei beneficiari, ovvero 1929 euro all’anno. Mentre la metà delle famiglie arriverà a 404 euro al mese, ovvero 4855 euro l’anno; un ulteriore 25% arriverà a prendere 630 euro mensili. Sono i conti sui percettori del reddito di cittadinanza contenuti nel dossier dell’ISTAT presentato alla Camera e al Senato in occasione delle audizioni sul decretone.

La somma media percepita dalle famiglie beneficiarie del reddito di cittadinanza sarà quindi molto lontana dai 780 euro sbandierati nelle pubblicità elettorali del MoVimento 5 Stelle. I beneficiari al Sud, racconta la Stampa, saranno 753.000 famiglie; 333.000 famiglie al Nord; 222.000 al Centro. Considerata la diversa composizione familiare, il sussidio sarà in media di 5.182 euro l’anno nel mezzogiorno, 4.853 euro al Nord e 4.919 euro al Centro. Inoltre solo 1 beneficiario su 3 del reddito di cittadinanza sarà obbligato ad aderire al Patto per il lavoro. Gli altri 2 potranno usufruire del sostegno economico senza alcun vincolo lavorativo.

reddito di cittadinanza 160 euro

Le prime carte potrebbero dunque essere consegnate da Poste già entro il prossimo mese. Il ministero del Lavoro precisa che per ora gli acquisti possibili saranno solo quelli già autorizzati con la carta Rei: negozi alimentari (negli esercizi convenzionati con Mastercard), farmacie e parafarmacie (con sconto del 5%). Fermo restando il divieto di spendere per giochi e lotterie, il ministero punta ad allargare le spese consentite, a cominciare dall’abbigliamento. Una parte dei soldi si può prelevare (100 euro al mese per un single, 210 euro per la famiglia numerosa). Con la card si possono pagare anche le bollette di gas e luce, a tariffa agevolata. E fare i bonifici per saldare affitto o mutuo (massimo 280 e 150 euro al mese, rispettivamente).

Leggi anche: Toninelli licenziato o pronto alle dimissioni?