Politica

Pomigliano caput mundi

luigi di maio m5s deficit def 2,4% - 5

Sebastiano Messina su Repubblica torna oggi sulla vicenda di Enrico Esposito e dei tweet omofobi e sessisti (giustificati dallo staffista di Di Maio come riferiti a un personaggio fittizio da lui inventato per segnalare che da Pomigliano d’Arco, terra di origine di molti componenti dello staff del vicepresidente del Consiglio:

E invece il ministro Di Maio prende l’autore di questi post – che oggi naturalmente si dichiara vittima della «macchina del fango» – e lo nomina nel suo ufficio legislativo, con uno stipendio di 65 mila euro l’anno. Perché era suo collega di studi a Giurisprudenza (anche se l’unico che studiava era Esposito: Di Maio diede solo qualche esame). Ma lo sceglie, tra i non pochi giuristi italiani di fede grillina, soprattutto perché è di Pomigliano d’Arco.

Come Assia Montanino, 26 anni, capo della sua segreteria in tutti e due i ministeri, ingaggiata per 72 mila euro l’anno. E come Dario De Falco, 34 anni, capo della segreteria a Palazzo Chigi, col quale il quindicenne Di Maio condivise la sua prima elezione: nel consiglio d’istituto al liceo classico “Vittorio Imbriani”. Con Esposito sono tre, i compaesani del vicepremier che lavorano per il governo.

enrico esposito 3

Sia chiaro: noi non nutriamo alcun pregiudizio verso gli abitanti di Pomigliano d’Arco. Non abbiamo nulla contro di loro (e nemmeno contro quei 59 amici, parenti e vicini di casa che alle Comunali del 2010 votarono per il candidato Di Maio, non eletto), ci mancherebbe altro. Ma sarebbe ora che lui si decidesse.

Se uno vuole creare il ministero della Meritocrazia, e dice di aver ingaggiato «le eccellenze di questo Paese», poi non può affidare due ministeri-chiave a un fulmine di guerra come Toninelli. E non può scegliersi consiglieri e collaboratori solo tra i compagni di scuola, dando la precedenza a chi racconta le battute più sconce sui “ricchioni”, sulle mignotte e sui transessuali.

Leggi sull’argomento: Così Toninelli lancia allarmi con le Iene ma dimentica i soldi per la Strada dei Parchi