Rassegna Stampa

"Sono un po’ più calma, ma resto spaventata". Parla la donna che ha ricevuto quattro dosi di Pfizer

@Enzo Boldi|

Pfizer

Ci risiamo. Ancora una volta la Toscana diventa lo sfondo dell’ennesimo “incidente” durante l’inoculazione del vaccino. Dopo la giovane studentessa di psicologia che all’Ospedale Noa di Massa aveva ricevuto quattro dosi al posto di una, ieri è stata diffusa la notizia di un accadimento analogo. Questa volta la “protagonista” è una 67enne di Livorno che, come la 23enne di Massa, ha ricevuto ben quattro dosi di prodotto anti-Covid Pfizer. Per il momento le sue condizioni di salute non destano preoccupazioni e a breve potrebbe terminare il suo periodo di osservazione.

Pfizer, la donna di Livorno che ha ricevuto 4 dosi di vaccino invece che una

La donna è un’ex impiegata delle Poste, ora in pensione. Nei giorni scorsi, in linea con il piano vaccinale della Regione, era riuscita a prenotarsi per sottoporsi all’inoculazione del prodotto anti-Covid. Ma lì si è ripetuta una storia che, purtroppo, aveva un precedente. E sempre in Toscana. Il Corriere della Sera è riuscito a carpire una dichiarazione delle 67enne, ancora in osservazione in ospedale.

“Ho avuto tantissima paura, adesso sono un po’ più calma ma resto spaventata. E ha avuto paura anche l’infermiere che mi ha fatto l’iniezione. I miei familiari invece sono arrabbiati, vogliono delle spiegazioni, non riescono a credere come possa essere successa una cosa del genere”.

L’infermiere, secondo quanto indicato dalla Asl di Livorno (la vaccinazione è avvenuta lunedì al Palamodigliani della cittadina toscana), non è una persona alle prime armi, ma piuttosto esperto. Per questo motivo è stato aperto un audit per ricostruire come sia potuto accadere – a pochi giorni di distanza dal caso di Massa – un altro errore analogo con la somministrazione di ben quattro dosi di vaccino Pfizer con una sola iniezione. Occorre sottolineare come quello della casa farmaceutica americana (realizzato in collaborazione con la tedesca BioNTech) sia l’unico prodotto anti-covid in commercio che necessita di diluzione.

(foto: da Pixabay)