Economia

Il concorsone dei Navigator

navigator come si diventa reddito di cittadinanza - 2

L’ANPAL ha pubblicato sul suo sito il bando per i Navigator: adesso sono disponibili i dati della gara per la “predisposizione test, organizzazione, gestione e realizzazione della prova scritta per la selezione pubblica per il conferimento di incarichi di collaborazione a supporto dell’organizzazione e dell’avvio del Reddito di cittadinanza“.

Il concorsone dei Navigator

L’importo a base di gara è di 180.000 euro al netto di Iva. La procedura si è aperta ieri e termina il 25 marzo. Il servizio oggetto di affidamento avrà una durata massima di 12 mesi a decorrere dalla data di stipula del contratto. E la stessa ANPAL si aspetta ragionevolmente 60mila candidati.

Il servizio per il quale è stato pubblicato l’appalto è di “predisposizione test, organizzazione, gestione e realizzazione della prova scritta per la selezione pubblica per il conferimento di incarichi di collaborazione a supporto dell’organizzazione e dell’avvio del Reddito di cittadinanza. Anpal servizi si “riserva – si legge – la facoltà di non dar seguito alla procedura e/o di non procedere all’aggiudicazione, senza che da ciò possa scaturire alcun diritto al risarcimento dei danni a favore dei partecipanti”.

navigator reddito di cittadinanza
Foto da: L’Aspide su Twitter

E ci sono altre situazioni interessanti da segnalare. I 100 quesiti a risposta multipla (quattro risposte) saranno divisi equamente in 10 materie: cultura generale; quesiti psicoattitudinali; logica; informatica; modelli e gli strumenti di intervento di politica del lavoro; reddito di cittadinanza; disciplina dei contratti di lavoro; sistema di istruzione e formazione; regolamentazione del mercato del lavoro;economia aziendale. La prova selettiva si svolgerà a Roma in più giornate nei locali messi a disposizione dall’ANPAL.

Quando si diventa Navigator del Reddito di Cittadinanza

A conti fatti, con le date fissate nel bando Anpal, le prove di selezione per i navigator si terranno non prima di aprile. E intanto già sulla pubblicazione del bando ci sono polemiche: non è stata infatti ancora trovata l’intesa con le Regioni per l’assunzione dei Navigator e un accordo sembra ancora in alto mare.

E non passano inosservati i commenti dell’ex presidente di Anpal sostituito da Mimmo Parisi Maurizio Del Conte, che nei giorni scorsi ha prefigurato un rischio di danno erariale: «Se contrattualizzi 6 mila persone le devi far lavorare e pagare. Altrimenti butti mezzo miliardo in due anni. Ed è danno erariale. Inimmaginabile procedere quindi senza un patto con le Regioni, i padroni di casa dei 552 centri per l’impiego, a cui compete la gestione di questo personale aggiuntivo».

E proprio questo sta succedendo in questo momento: “Non è  arrivato nessun documento su cui dare il parere – ha spiegato il presidente della Regione Liguria Toti – aspettiamo di conoscere le determinazioni del governo. Abbiamo piu’ volte espresso al governo la necessita’ di coordinare l’attività dei navigator e la funzione del reddito di cittadinanza con le prerogative regionali delle politiche attive del lavoro, con i centri per l’impiego che sono di competenza regionale, su questo non ci e’ ancora arrivato alcun testo su cui metterci a lavorare”. Toti assicura inoltre che le Regioni non vogliono “fare i guastafeste, siamo pronti a riunirci oggi, domani e anche domenica scelga il ministro Di Maio; ma deve dirci cosa intende fare se vuole che le Regioni esprimano un parere. Nessuna preclusione ma ci e’ impossibile dire cosa succederà nelle prossime ore perché non lo sappiamo”.

Leggi anche: Il doppio standard di Marco Travaglio sui professoroni e gli scienziati